ottobre 15, 2018 GM

Doppio agonista recettoriale GIP e GLP-1: il futuro della terapia incretinica?

A cura di Marcello Monesi
15 ottobre 2018 (Gruppo ComunicAzione) – In uno studio di fase 2 la nuova molecola LY3298176, un doppio agonista recettoriale GIP e GLP-1, ha ottenuto riduzioni di HbA1c (e anche di calo ponderale) significativamente superiori rispetto a dulaglutide, seppure con maggiore frequenza di effetti collaterali gastrointestinali.

Leggi

settembre 24, 2018 GM

L’insufficienza renale aumenta il rischio di diabete mellito

A cura di Lucia Briatore
24 settembre 2018 (Gruppo ComunicAzione) – Uno studio ha esaminato l’incidenza del DT2 nei pazienti con ridotto GFR: pur con il limite del basso numero di eventi osservati, essa risulta superiore a quella della popolazione generale; è dunque necessario aumentare la vigilanza in tale gruppo di pazienti.

Leggi

settembre 17, 2018 GM

Associazione dei livelli di HbA1c con l’utilizzo di sulfaniluree, inibitori della DPP4 e glitazoni in pazienti con diabete tipo 2 in trattamento con metformina: un’analisi di “big data”

A cura di Eugenio Alessi
17 settembre 2018 (Gruppo ComunicAzione) – Una recente metanalisi su efficacia e sicurezza di sulfaniluree, DPP4i e glitazoni in associazione alla metformina, basata sugli EMR e sui cosiddetti big data, ha evidenziato che nessuna delle tre classi di ipoglicemizzanti pare più efficace delle altre nel raggiungere livelli di glicata ≤7%. La terapia con sulfaniluree, rispetto a quella con DPP4i, sembra associata a un incremento molto lieve del rischio di infarto del miocardio e complicanze oculari, il che lascerebbe preferire i DPP4i in termini di safety.

Leggi

luglio 23, 2018 GM

Diagnosi di diabete tipo 2 con un unico prelievo? Forse si può

A cura di Lucia Briatore
23 luglio 2018 (Gruppo ComunicAzione) – Uno studio recente pone l’attenzione sulla necessità di individuare criteri diagnostici più “snelli” per individuare e trattare quei pazienti non ancora diagnosticati che costituiscono una popolazione ad alto rischio di patologie cardio-nefro-vascolari e di mortalità precoce.

Leggi

luglio 16, 2018 GM

Effetto neutrale del pioglitazone sul rischio di insufficienza cardiaca in pazienti insulino-resistenti senza diabete e con patologia cerebrovascolare

A cura di Sara Colarusso
16 luglio 2018 (Gruppo ComunicAzione) – In un’analisi secondaria post-hoc dello studio IRIS il pioglitazone dimostra, in una coorte di pazienti selezionati con insulino-resistenza e patologia cerebrovascolare, di avere un beneficio cardiovascolare senza aumentare il rischio di insufficienza cardiaca, monitorando gli effetti collaterali e modulando il dosaggio della terapia.

Leggi