Skip to content

Addio Prof. Franco Bottazzo

Gian Franco Bottazzo

Il 15 settembre scorso è mancato l’immunologo ed endocrinologo Gian Franco Bottazzo.

Veneziano, 71 anni, medico, ricercatore e scienziato, Bottazzo si laureò a Padova nel 1971 e si specializzò nel 1974 in allergologia e immunologia clinica (Università di Firenze) e nel 1979 in endocrinologia (Università di Padova). Dal 1973 al 1991 svolse la sua attività di ricercatore al Middlesex Hospital di Londra.

Il suo lavoro scientifico si distinse nel 1974, con la scoperta degli anticorpi anti-isola pancreatica (ICA), i marcatori sierologici a elevata predittività, negli individui a rischio di sviluppare il diabete tipo 1. Da quel momento in poi venne considerato un punto di riferimento dalla comunità scientifica tutta.

Nel proseguo della sua attività di ricerca, Bottazzo ha dato contributi originali nel campo dell’autoimmunità endocrina/organo-specifica, con particolare riferimento alla descrizione di nuovi autoanticorpi in pazienti affetti da patologie ipofisarie, ipotalamiche, tiroidee, cardiache, del tubo gastroenterico e di altri distretti dell’organismo. Nel 1983 propose una nuova teoria sulla patogenesi dell’autoimmunità umana.

Autore di oltre 260 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e ha contribuito a oltre 200 tra review e capitoli di libri, membro attivo di molte società scientifiche, Bottazzo ha fatto parte di comitati editoriali di prestigiose riviste, è stato relatore in innumerevoli congressi nazionali e internazionali, ed è stato insignito di numerosi premi tra i quali l’Oskar Minkowski Award della European Association for the Study of Diabetes (1982), il Mary Jane Kugel Award della Juvenile Diabetes Foundation (1984), il premio R.D. Lawrence dell’Associazione britannica per lo Studio del Diabete (1985), il premio Diaz Cristobal della International Diabetes Federation (1985), il premio internazionale di medicina della Fondazione King Feisal (1986), il Mack Forster Prize per la ricerca clinica della Società europea della Ricerca clinica (1987), il premio scientifico David Rumbrough della Juvenile Diabetes Foundation (1987), la medaglia Francis D.W. Lukens dell’American Diabetes Association (1988), il premio Harington de Visscher dell’Associazione europea per lo Studio della tiroide (1988), la medaglia Gunnar Birke della Società svedese di Medicina interna (1989) e la medaglia alla memoria di Banting dell’American Diabetes Association (1992).

Nel 1991 assunse la direzione del Dipartimento di Immunologia al London Hospital Medical College di Londra, che tenne sino al 1998, quando fu nominato direttore scientifico dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

La Presidenza, il Consiglio Direttivo e tutta l’Associazione Medici Diabetologi ne ricordano l’esempio.


AMD segnala articoli della letteratura internazionale la cui rilevanza e significato clinico restano aperti alla discussione scientifica e al giudizio critico individuale. Opinioni, riflessioni e commenti da parte degli autori degli articoli proposti non riflettono quindi posizioni ufficiali dell’Associazione Medici Diabetologi.