Skip to content

Calabria


FRANCESCO CASTRO
Ambulatorio di Diabetologia
Osp. Civile di Cetraro (CS)
E-mail: castro.f@hotmail.it

Congressi e corsiArchivio

Contatti: info@infomedica.com

 

Francesco Castro – Calabria sotto i riflettori

In un biennio in cui la regione esprime i presidenti eletti di AMD e SID, il presidente della Sezione regionale Calabria dell’AMD espone obiettivi ambiziosi nel dialogo con la Regione e con le società scientifiche che interagiscono con la diabetologia.

Obiettivi? “Ne abbiamo tanti. Ovviamente non riusciremo a raggiungerli tutti”. Francesco Castro, da novembre presidente della Sezione regionale AMD Calabria e il Direttivo da lui presieduto hanno però un ‘jolly’ da giocare. Per la prima volta la Calabria esprime il presidente eletto di AMD e contemporaneamente il presidente eletto di SID. “Premesso che il ruolo degli amici Mannino e Sesti è e sarà nazionale, sicuramente questa situazione porterà visibilità e ulteriore autorevolezza alle società scientifiche della diabetologia regionale”, riflette Castro.

Partiamo dal dialogo con la Regione…
La Regione Calabria non solo ha recepito il Piano Nazionale Diabete, ha anche definito il PDTA per il diabete di tipo 2 e di tipo 1. Lo ha fatto più di sei mesi fa, il 2 aprile 2015, ma finora non si è mosso nulla. Su questo punto vogliamo dare battaglia. I problemi sono noti, la soluzione esiste e va attuata. Se non basterà il dialogo in commissione regionale diabete, chiederemo aiuto alle altre società scientifiche, alle associazioni dei pazienti, sensibilizzeremo la stampa e i politici locali. Siamo pronti perfino a fare dei sit-in davanti agli ospedali o alla Regione. Il secondo obiettivo è l’approvazione di un nuovo nomenclatore delle prestazioni diabetologiche. Non vogliamo moltiplicare le prestazioni ma rendere visibile quello che facciamo. Una volta tracciate queste prestazioni faranno capire ai nostri amministratori che cosa significa fare diabetologia e perché richiediamo il riconoscimento della figura del diabetologo e del team.

E sul fronte interno?
Anche facendo leva sulla ‘costellazioni astrale’ favorevole e facendo conoscere la strategia di AMD intendiamo aumentare il numero di soci. Ci sono colleghi che fanno diabetologia ma non sono iscritti all’AMD. Bisogna coinvolgerli non solo ai fini di una iscrizione formale e passiva ma di una collaborazione attiva. Per esempio sarebbe utile coinvolgerli negli studi clinici pre e post commercializzazione. Devo dire però che mi convinco sempre più che l’esistenza di due società scientifiche – tre, se consideriamo l’AME – nella stessa disciplina sia un modo poco efficiente di rappresentare le nostre istanze e di crescere. Spero che il processo di avvicinamento, se non di fusione, che sta avvenendo a livello regionale prosegua a livello nazionale, magari profittando della comune origine regionale dei due prossimi presidenti. I tempi sono ormai maturi. Questa comunque è una opinione personale. Piuttosto dovremo aprirci alle altre figure del team.

Cosa intende dire?
Intendo dire che se la diabetologia è un lavoro di team, allora un’associazione di diabetologi non può non dialogare con podologi, nutrizionisti, infermieri professionali da una parte e con le altre specialità: nefrologi, oculisti, cardiologi e così via. Questo a livello di formazione, a livello di rappresentanza comune delle istanze della cronicità, e a livello di sensibilizzazione per la prevenzione.

In Calabria sul territorio è prevalente la figura del professionista ‘a contratto’ il cosiddetto ‘sumaista’. Questo è un problema o una opportunità?
È un’opportunità. Nel nostro Direttivo sono rappresentate queste figure. Il PDTA interpreta pienamente il Piano Nazionale Diabete nel disegnare una assistenza diabetologica svolta prevalentemente sul territorio il che significa ambulatori e medici di medicina generale.

Presidenza, Consiglio, Referenti

Presidente

Francesco Castro – Cetraro (CS)
Ambulatorio di Diabetologia
Ospedale Civile di Cetraro
via Promintesta
Tel. 0982977358
E-mail: castro.f@hotmail.it

Vice presidente

Giuseppe Armentano – Rossana Calabro (CS)
E-mail: giuseppearmentano@centrodea.it

Segretario

Guaglianone Antonello
Ambulatorio di Diabetologia
Ospedale Civile di Cetraro
via Promintesta
Tel. 0982977358

Consiglieri

Desiree Cannizzaro
Lina Casalinuovo
Maria Letizia Di Renzo
Angela Pavone
Rosanna Piro

Referente sito

Giuseppe Armentano – Rossana Calabro (CS)
E-mail: giuseppearmentano@centrodea.it

BREVE STORIA DELL’AMD CALABRIA

La sezione Calabria e Basilicata viene formalizzata nel 1990 quando, a Soverato, viene eletto il primo Direttivo regionale presieduto da Carlo Provenzano.

Nel 1991, a seguito dell’elezione di Carlo Provenzano a consigliere nazionale AMD, la presidenza viene assunta da Pino Pipicelli e , nel 1992, si celebra il primo Convegno regionale a Corigliano Calabro (CS). Nel 1994 secondo Convegno regionale e Belvedere Marittimo (in preparazione del Congresso nazionale) e la presidenza viene assunta da Domenico Mannino.

Intanto, nel 1995, nel corso del Congresso nazionale di Belvedere Marittimo, Pino Pipicelli viene eletto consigliere nazionale AMD.

Nel 1998 Convegno regionale a Paola con SID e nel 1999 Domenico Mannino viene eletto consigliere nazionale. La presidenza regionale passa a Giovanni Perrone.

Nel 2001 Convegno Regionale SID AMD A Villa S.Giovanni (RC) e Pino Pipicelli viene rieletto Presidente regionale. Inoltre, nel 2002 Pino Pipicelli viene eletto, all’unanimità, primo Direttore della Consulta dei Presidenti regionali.

Nel 2003 Giovanni Perrone viene eletto consigliere nazionale.

Attualmente l’attività della sezione è basata su vari gruppi di studio che , ognuno per il proprio aspetto, portano avanti le varie problematiche del diabete mellito.

Nel dicembre 2003 viene costituita la sezione regionale della Basilicata, che quindi si stacca dalla Calabria.

Dal dicembre 2003 al maggio del 2005 il Presidente della Calabria è Bonaventura Cretella.

Nel maggio del 2005, nel corso del Convegno regionale AMD-SID di Crotone il testimone della Presidenza regionale AMD passa a Giuseppe Armentano.

Prossimi congressi

Nessuna attività segnalata

16-17-18 giugno 2016
Rossano (CS)
Centro Diabetologico Dea
Centro Diabetologico Dea

DIAGNOSTICA VASCOLARE
Corso teorico pratico

Nelle sessioni pratiche verranno eseguite esami eco-colordoppler sui tronchi sovraortici e transcranici a pazienti portatori delle patologie trattate nella sessione teorica.

  • L’utilizzo precoce della terapia insulinica può prevenire le complicanze vascolari nel diabetico: evidenze cliniche (G. Vatrano)
  • Terapie tradizionali e nuove terapie nel Diabete Mellito e complicanze cardiovascolari: evidenze scientifiche (G. Armentano)
  • Patologia Cerebro Vascolare: l’importanza dell’Ecocolordoppler nella Diagnostica vascolare dei Tronchi Sovraortici (G Armentano)

I SESSIONE APPLICATIVA
II SESSIONE APPLICATIVA

  • L’autocontrollo glicemico può prevenire le complicanze cardiovascolari nel paziente diabetico? (G. Armentano)

III SESSIONE APPLICATIVA

  • L’ecocolordoppler transcranico nel paziente con stenosi carotidea
  • Terapia Chirurgica nella patologia cerebrovascolare (V. Molinari)

IV SESSIONE APPLICATIVA

  • Variabilità glicemica e complicanze vascolari nel paziente diabetico: evidenze cliniche (G. Armentano)
  • L’utilizzo del microinfusore nella riduzione glicemica e complicanze vascolari nel paziente diabetico: evidenze scientifiche (G. Vatrano)

V SESSIONE APPLICATIVA
VI SESSIONE APPLICATIVA

12-13-14 maggio 2016
Rossano (CS)
Centro Diabetologico Dea
Centro Diabetologico Dea

DIAGNOSTICA VASCOLARE
Corso teorico pratico

Nelle sessioni pratiche verranno eseguiti esami eco-colordoppler sui vasi arteriosi arti inferiori a pazienti portatori delle patologie trattate nella sessione teorica.

  • L’utilizzo precoce della terapia insulinica può prevenire le complicanze vascolari nel diabetico: evidenze cliniche (G. Vatrano)
  • Terapie tradizionali e nuove terapie nel Diabete Mellito e complicanze cardiovascolari: evidenze scientifiche (G. Armentano)
  • Arteriopatia periferica: l’importanza dell’ecocolordoppler nella diagnostica vascolare degli arti inferiori (G Armentano)

I SESSIONE APPLICATIVA

II SESSIONE APPLICATIVA

  • L’autocontrollo glicemico può prevenire le complicanze cardiovascolari nel paziente diabetico? (G. Armentano)

III SESSIONE APPLICATIVA

  • L’ecocolordoppler transcranico nel paziente con stenosi carotidea
  • Terapia Chirurgica nella patologia cerebrovascolare (V. Molinari)

IV SESSIONE APPLICATIVA

 

  • Variabilità glicemica e complicanze vascolari nel paziente diabetico: evidenze cliniche (G. Armentano)
  • L’utilizzo del microinfusore nella riduzione glicemica e complicanze vascolari nel paziente diabetico: evidenze scientifiche (G. Vatrano)

V SESSIONE APPLICATIVA
VI
SESSIONE APPLICATIVA

 

3-4-5 marzo 2016
Rossano (CS)
Centro Diabetologico Dea
Centro Diabetologico Dea

DIAGNOSTICA VASCOLARE
Corso teorico pratico

Nelle sessioni pratiche verranno eseguiti esami eco-colordoppler sui vasi arteriosi arti inferiori a pazienti portatori delle patologie trattate nella sessione teorica.

  • L’utilizzo precoce della terapia insulinica può prevenire le complicanze vascolari nel diabetico: evidenze cliniche (G. Vatrano)
  • Terapie tradizionali e nuove terapie nel Diabete Mellito e complicanze cardiovascolari: evidenze scientifiche (G. Armentano)
  • Arteriopatia periferica: l’importanza dell’ecocolordoppler nella diagnostica vascolare degli arti inferiori (G Armentano)

I SESSIONE APPLICATIVA

II SESSIONE APPLICATIVA

  • L’autocontrollo glicemico può prevenire le complicanze cardiovascolari nel paziente diabetico? (G. Armentano)

III SESSIONE APPLICATIVA

  • L’ecocolordoppler transcranico nel paziente con stenosi carotidea
  • Terapia Chirurgica nella patologia cerebrovascolare (V. Molinari)

IV SESSIONE APPLICATIVA

  • Variabilità glicemica e complicanze vascolari nel paziente diabetico: evidenze cliniche (G. Armentano)
  • L’utilizzo del microinfusore nella riduzione glicemica e complicanze vascolari nel paziente diabetico: evidenze scientifiche (G. Vatrano)

V SESSIONE APPLICATIVA
VI
SESSIONE APPLICATIVA

 

2-3 ottobre 2015
Cetraro (CS)
Hotel San Michele

RETE DIABETOLOGICA PEDIATRICA CALABRESE
VI congresso

I SESSIONE Il diabete mellito visto dal fegato e dall’intestino

  • Lettura magistrale: Alimentazione, probiotici e sistema immunitario (P. Buono)
  • Lettura magistrale: Fegato e Diabete: i legami metabolici e immunologici (V. Nobili)

II SESSIONE Diabete e nuove tecnologie: … “Dottore, su internet è uscito un nuovo apparecchio che…”

  • Il monitoraggio della glicemia dal diario alla SAP: chi ben comincia è a metà dellʼopera… (D. Iafusco)
  • Microinfusori “intelligenti” e microinfusori “senza fili”. Vantaggi, svantaggi e giuste indicazioni (I. Rabbone)
  • Il pancreas artificiale: quanto è vicino? (R. Schiaffini)
  • Tavola rotonda: Nuove tecnologie per il diabete mellito in età pediatrica: davvero costano troppo? (F. De Berardinis, D. Iafusco, F. Lombardo, F. Mammì, P. Pisanti, I. Rabbone, R. Schiaffini)

III SESSIONE Diabete e Scuola

  • Diabete e Scuola: strategie e progettualità (P. Pisanti)

IV SESSIONE Diabete in movimento

  • Lʼattività fisica: curarsi divertendosi (F. Citriniti)

V SESSIONE La ricerca sul diabete in Calabria

Comunicazioni orali a cura degli Specializzandi e Medici Interni della Cattedra di Pediatria dellʼUniversità Magna Graecia di Catanzaro:

  • Diabete e vaccinazione contro il virus dellʼepatite (B.S. Veraldi)
  • Diabete e celiachia (G. Mazza)
  • Diabete e malattie allergiche (M.C. Giancotta)
  • Nuove acquisizioni sulla genetica del diabete (C. Mammì)

VI SESSIONE La gestione delle emergenze diabetologiche in età pediatrica

  • Le nuove linee guida sulla chetoacidosi diabetica: prevenzione e trattamento (I. Rabbone)
  • Le linee guida sulla gestione dellʼipoglicemia: dal territorio allʼospedale (F. Lombardo)

VII SESSIONE Nuove linee guida sulla terapia insulinica. Microinfusori “intelligenti” o insuline “intelligenti”?

  • Confronto tra esperti: Lʼopinione di P. Buono, F. Stamati, R. Schiaffini

VIII SESSIONE Novità dalla SIEDP

  • Nuovi strumenti per il calcolo dei carboidrati (M. Bruzzese)
  • Il nuovo documento sui campi scuola e lʼesperienza calabrese (N. Lazzaro)

24 gennaio 2015
Reggio Calabria
È Hotel

LA MEDICINA DI GENERE NEL SISTEMA DIABETE

I SESSIONE

  • Differenze di genere e diabete (G. Perrone)
  • Sindrome metabolica e obesità nei due generi (A. Pucci)

II SESSIONE

  • Fisiopatologia a livello subcellulare nei fattori di rischio e nelle differenti età e nei generi nella patologia diabetica (G. Russo)
  • L’influenza del genere nei soggetti diabetici con complicanze cardio- e cerebrovascolari (G. Stagno)

III SESSIONE

  • Diabete e gravidanza (D. Mannino)
  • Influenza del genere nel rischio di amputazione degli arti inferiori (E. Dal Moro)

IV SESSIONE

  • L’influenza del genere nella prescrizione di farmaci antidiabetici nell’ASP 5 di Reggio Calabria (D. Costantino)
  • Autocontrollo nei due generi (A. Amodeo)
  • La scelta terapeutica è diversa nei due sessi? (C. Giovannini)