Skip to content

Emilia Romagna


DONATELLA ZAVARONI
AUSL Piacenza
Dipartimento Medicine Specialistiche
UOS Dipartimentale di Diabetologia

Email: donatella.zavaroni@gmail.com

Contatti: info@infomedica.com

Donatella Zavaroni, responsabile della UOS Dipartimentale di Diabetologia, Dipartimento Medicine Specialistiche dell’AUSL Piacenza, è la nuova presidente della AMD Emilia Romagna. Da molti in AMD, l’abbiamo incontrata poco dopo la sua elezione per farci raccontare il programma del prossimo biennio.


Presidente, qual è lo stato di salute dell’AMD Emilia Romagna?
Direi ottimo. L’AMD Emilia Romagna vanta una tradizione fatta di impegno dei soci, dialogo positivo con le istituzioni e colleghi di altre specializzazioni, collaborazione con le associazioni dei pazienti diabetici. Aspetti che negli ultimi anni si sono mantenuti. Certo, poi, come tutti, per quanto riguarda i soci, l’impressione è una tendenza alla scarsa affiliazione di quelli più giovani.

In effetti la partecipazione alla vita societaria è un dato comune a molte realtà…
Sì. E un aspetto importante che intendiamo perseguire durante questo mandato è proprio incrementare la partecipazione e la coesione dei soci. Coinvolgendoli direttamente, chiedendo loro contributo fattivo alla vita della associazione.

Con quale strategia?
Anzitutto raccogliere prima i loro bisogni e indagare sulle aspettative. Ovvero cosa auspicano che AMD faccia per loro e come realizzarlo insieme. Si può pensare anche a un Direttivo allargato, che chiami a collaborare soci con specifiche competenze attraverso eventi formativi di confronto, volti alla ricerca dell’appropriatezza dei contenuti e delle scelte, con attenzione alla gestione delle risorse.

Con gli MMG?
Il rapporto con loro è un altro aspetto importante del nostro programma. Gli MMG collaborano a livello territoriale con i diabetologi nei progetti di gestione integrata per il diabete tipo 2. Purtroppo, la persistenza dei piani terapeutici per i nuovi farmaci esclude dalla possibilità di prescrizione da parte degli MMG: una limitazione che ostacola la scelta di terapie più sicure per i pazienti. Si tratta di una questione complessa, da affrontare a livello nazionale, seguita dal Presidente Mannino. Ma anche a livello regionale si può cercare, attraverso formazione e miglior sensibilizzazione degli MMG, di dare un contributo alla risoluzione di una criticità sempre nell’interesse dei pazienti.

Un dialogo forte, dunque…
Sì. E il dialogo con gli MMG deve comprendere anche una maggior condivisione dei percorsi, per rafforzare l’assistenza primaria, come previsto dal Piano sociale e sanitario 2017-19. Non va dimenticato che gli MMG sono gli interlocutori indispensabili per un’efficace prevenzione primaria e la diagnosi precoce del diabete.

Con chi altri intendete dialogare?
Sappiamo benissimo che il diabete è una malattia spesso sottovalutata nella sua complessità e gravità. E qui siamo al terzo punto del mandato che ci siamo dati: i rapporti con gli altri attori della cura del diabete, appunto. La collaborazione tra i diversi specialisti, le associazioni dei pazienti, l’OSDI e le società scientifiche che si occupano di diabete, la SID in particolare, può essere di aiuto nel dialogo con le istituzioni.

Per ottenere?
Anche alla luce del Piano sanitario nazionale per il diabete, la soddisfazione delle esigenze assistenziali delle persone con diabete attraverso una maggior disponibilità delle risorse e delle nuove tecnologie. Dunque, mantenere e incrementare i rapporti intersocietari è fondamentale.

Nel suo messaggio di insediamento ha parlato di prevenzione e percorsi assistenziali…
La prevenzione secondaria è indispensabile per evitare peggioramenti e recidive in pazienti che hanno già avuto le complicanze croniche della malattia diabetica.

Come?
Attraverso il miglioramento dei percorsi assistenziali per una corretta presa in carico dei pazienti, del follow-up e della riabilitazione. Il paradigma delle complicanze croniche è il piede diabetico, per il quale esiste in Emilia Romagna un documento di indirizzo recentemente recepito dalle direzioni sanitarie, che deve essere implementato.

Ma i PDTA sono già realtà concreta in Emilia Romagna?
L’adozione del PDTA regionale è previsto anche del Piano regionale per la Prevenzione. Una strada da percorrere è comunque la verifica e il confronto dei PDTA locali durante incontri di formazione, con individuazione e successiva segnalazione dei punti di debolezza e delle carenze nelle varie realtà assistenziali.


Archivio interviste presidenti »

Presidenza, Consiglio, Referenti

Presidente

Donatella Zavaroni – Piacenza
Email: donatella.zavaroni@gmail.com

Vice presidente

Massimo Michelini – Reggio Emilia
Email: michelinim@ausl.re.it

Segretario

Rosalia Sgorbati  – Piacenza
Email: lia.sgorbati@gmail.com

Consiglieri

Silvia Acquati  – Forlì
Email: acquatisilvia@libero.it

 

Giovanna Calzolari – Modena
Email: g.calzolari@ausl.mo.it

 

Michele Grimaldi  – Bologna
Email: micheles.grimaldi@aosp.bo.it

 

Elisa Manicardi – Reggio Emilia
Email: elisa.manicardi@ausl.re.it

 

Paolo Mazzuca – Rimini
Email: mazzucap@alice.it

Referente pagina web

Donatella Zavaroni – Piacenza
Email: donatella.zavaroni@gmail.com

Referente regionale degli Annali AMD

Gilberto Laffi
Email: gilberto.laffi@aosp.bo.it

Referente regionale per la Giornata Mondiale del Diabete

Gilberto Laffi
Email: gilberto.laffi@aosp.bo.it

Donatella Zavaroni – Piacenza
Email: donatella.zavaroni@gmail.com

BREVE STORIA DELL’AMD EMILIA ROMAGNA

L’Emilia Romagna ha svolto un ruolo importante nella nascita dell’Associazione Medici Diabetologi, che risale al 15 luglio 1974. Molti dei soci fondatori erano di questa regione, e fra i più insigni va ricordato il Prof. Mario Morsiani, di Ferrara, e il Prof. Pietro Vannini, di Bologna.

La AMD nazionale ha avuto due presidenti emiliano-romagnoli: il Prof. Mario Morsiani, presidente dal 1976 al 1982, e il Prof. Carlo Coscelli, dal 1982 al 1986. Entrambi i presidenti diedero un grande contributo allo sviluppo e al cambiamento della nostra associazione, che andò trasformandosi in una grande struttura societaria articolata e proiettata al futuro. In quegli anni il numero di soci aumentò in maniera esponenziale: si trattava per lo più di diabetologi ospedalieri e del territorio che non si sentivano rappresentati dalla SID, rimanendo ai margini delle decisioni anche su problematiche specificamente assistenziali.

Nacquero poi le sezioni regionali: a partire dal 28 ottobre del 1988, data di nascita della nostra sezione presso l’Aula Magna della Clinica Medica del Policlinico S. Orsola di Bologna.

Presidenti Regionali AMD

1) Valerio Miselli (1988-1992)

2) Mario Morsiani (1992-1995)

3) Franco Tomasi (1995-1998)

4) Dino Giorgi Pierfranceschi (1998-2001)

5) Carlo Coscelli (2001-2003)

6) Mario Parenti (2003-2005)

7) Paolo Di Bartolo (2005-2007)

8) Valeria Manicardi (2007-2009)

9) Adolfo Ciavarella (2009-2011)

10) Franco Tomasi (2011-2013)

11) Rita Cavani (2013-2015)

12) Gilberto Laffi (2015-2017)

Questi presidenti, e i Consigli direttivi regionali che si sono succeduti, con la loro intensa attività hanno contribuito a mantenere elevato il prestigio della diabetologia emiliano-romagnola in Italia e ad elevare sempre di più gli standard di qualità della assistenza proiettata sempre più al miglioramento e all’eccellenza.

La nostra regione è fra quelle, in Italia, a fornire la più ampia assistenza su tutto il territorio regionale con oltre 60 strutture specialistiche ospedaliere e territoriali.

In Emilia Romagna si sono svolti ben quattro congressi nazionali AMD.

Congressi nazionali AMD in Emilia-Romagna

  • 1° Congresso Nazionale: Montecatini: 11-12 novembre 1978
  • 3° Congresso Nazionale: Bologna: 11-12 aprile 1981
  • 7° Congresso Nazionale: Rimini-S. Marino 31 maggio – 3 giugno 1989
  • 17° Congresso Nazionale: Rimini: 27-30 maggio 2009

Non tutta l’attività diabetologica della Emilia Romagna si è svolta nell’ambito dell’AMD. Oltre agli innumerevoli convegni, corsi di aggiornamento, simposi ecc., vanno menzionati anche il 17° Congresso nazionale SID, tenutosi a Bologna il 13-16 maggio 1998, i due Congressi nazionali di aggiornamento in diabetologia clinica a Rimini nel 1999 e nel 2001 e tutte le edizioni di Panorama e Diabete che si tengono a Riccione, a cadenza biennale, a partire dal 2003.

In conclusione, la nostra sezione regionale, alla luce di quanto sopra menzionato, appare fra le primissime in Italia per qual che riguarda il contributo dato all’AMD nazionale dalle sue origini a oggi. E il numero dei suoi soci negli ultimi 2 anni è aumentato del 30%, a testimonianza dell’attrattiva della nostra società scientifica.

L’attività diabetologica è molto vivace sia dal punto di vista sia assistenziale sia della formazione e della ricerca, e siamo stati fra i primi ad attuare la gestione Integrata della assistenza al diabete tipo 2 in collaborazione con i MMG.

Riteniamo vi sia ancora molto da fare e non ho dubbi che i presidenti e i Consigli direttivi che si succederanno saranno in grado di continuare a mantenere alta la bandiera della diabetologia emiliano romagnola, mantenendola al passo dei tempi e contribuendo in tal modo al raggiungimento degli scopi statutari dell’Associazione dei Medici Diabetologi.

Adolfo Ciavarella
Direttore UO di Diabetologia
Policlinico S. Orsola- Malpighi
Bologna

Prossimi congressi

12-13 ottobre 2018 – Ferrara
COMPETENZE DI EMPATIA AMBULATORIALE ATTENTA AL GENERE

Orari e sede dell’evento:
– venerdì 12/10, dalle ore 10 alle ore 18.30; sabato 13/10, dalle ore 8.30 alle ore 12.55
– Hotel Carlton, piazza Sacrati – 44121 Ferrara

Promotore:
AMD – AMD gruppo Donna
Viale delle Milizie, 96 – 00192 Roma
Tel. 067000599 – fax 067000499
Email: segreteria@aemmedi.it

Segreteria organizzativa:
Eolo Group
Via V. Veneto, 11/18 – Monselice (PD)
Tel. 0429 767381 – c. 392 6979059
Email: info@eolocongressi.it

Crediti ECM: TBD

Scarica il programma


Congressi svolti

1 giugno 2018 – Imola
PROGETTO RADAR: ALLA RICERCA DEI PAZIENTI

Orari e sede dell’evento:
– venerdì 1/06, dalle ore 12 alle ore 20
– Hotel Molino Rosso, via Selice – 40026 Imola (BO)

Promotore e provider ECM:
AMD – viale delle Milizie, 96 – 00192 Roma
Tel. 067000599 – fax 067000499
Email: segreteria@aemmedi.it

Segreteria organizzativa:
Delos Communication
p.co Comola Ricci, 98 – 80122 Napoli
Tel. 0817142129 – fax 0817141472
Email: info@deloscommunication.it

Crediti ECM: 7,8

Scarica il programma


25 maggio 2018 – Reggio Emilia

GESTIONE DELL’ALIMENTAZIONE NELLA DIABETOLOGIA CHE CAMBIA: DAI NUOVI FARMACI, ALLE NUOVE INSULINE, ALLE NUOVE TECNOLOGIE

Orari e sede dell’evento:
– dalle ore 13 alle ore 18
– Hotel Remilia, – Via Danubio 7 – Reggio Emilia

Promotore: AMD sezione Emilia Romagna

Organizzazione tecnica:
FMR Srl
Via C. Cattaneo, 106 – 41126 MODENA
Fax 059-2922506
e-mail: mroncaglia@fmrweb.it

Crediti ECM: 4

Scarica il programma | Scarica la scheda iscrizione

 


11 maggio 2018 – Bologna

PROGETTO INTENDI2 – INsulininerzia TErapeutica iN DIabetologia

Orari e sede dell’evento:
– dalle ore 9 alle ore 17
– Royal Hotel Carlton, via Montebello, 8 – 40121 Bologna

Promotore: AMD sezione Emilia Romagna

Segreteria organizzativa:
Delos Communication srl
p.co Comola Ricci, 98
80122, Napoli
T. + 39 0817142129 – F +39 0817141472
info@deloscommunication.it
www.deloscommunication.it

Crediti ECM: 6,6

Scarica il programma


13-14 ottobre 2017 – Bologna
23° CONGRESSO REGIONALE AMD-SID Emilia Romagna

Orari e sede dell’evento:
– 2 giornate: il pomeriggio di venerdì 13 ottobre e la giornata di sabato 14 ottobre 2017
– I Portici
Hotel – via dell’Indipendenza 69, 40121 Bologna

Promotore: AMD-SID, sezioni Emilia Romagna

Organizzazione tecnica:
FMR Srl
Tel.: 059 35020 – Fax: 059 2922506
Cell.: 349 0725955
Email: mroncaglia@fmrweb.it

Crediti ECM: in via di definizione

Scarica il programma | Scheda iscrizione 13 ottobreScheda iscrizione 14 ottobre


22 aprile 2017 – Ferrara

IL CONCETTO DI RISCHIO GLOBALE NEL PAZIENTE CON SINDROME METABOLICA/DMT2: RISCHIO INFETTIVO, RISCHIO CARDIOVASCOLARE, RISCHIO ONCOLOGICO

Orari e sede dell’evento:
– dalle ore 8.30 alle ore 17
– Hotel Il Duca d’Este – Via Bologna 258 – 44124 Ferrara

Promotore: AMD Emilia Romagna

Segreteria organizzativa:
MI&T
Viale Carducci 50 – 40125 Bologna
info@mitcongressi.it

Crediti ECM: 5

* * * * *
Le relazioni

Linee-guida per una corretta strategia vaccinale e appropriatezza prescrittiva per la terapia delle infezioni nel paziente con sindrome metabolica
V. M. Monda

Quando la metformina fallisce: la lezione dei grandi trials
M. Monesi

Le dislipidemie nel paziente cardiometabolico: dai nutraceutici alle statine ed oltre le statine
A.F.G. Cicero

Update sulla terapia antiipertensiva e antiaggregante nel paziente cardiometabolico
G. Mazzanti

OSAS, sindrome metabolica e rischio cardiovascolare
G. Sorrenti

Sindrome cardiorenale e rischio cardiometabolico
R. Trevisan

Protezione dal danno renale nel diabete tipo 2: ruolo dei nuovi farmaci
M. Boemi

NASH: malattia epatica, vascolare o oncologica?
F. Levantesi

Diabete e patologie oncologiche
S. Cataldo

Integrazione ospedale/territorio nella gestione della cronicità della malattia diabetica – Il concetto di rischio globale nel paziente con sindrome metabolica/dmt2: rischio infettivo, rischio cardiovascolare, rischio oncologico
D. Pelizzola


30 marzo 2017 – Bologna

INSIDER – EXPERT MEETINGS – IL DIABETE IN GRAVIDANZA IN EMILIA ROMAGNA

Orari e sede dell’evento:
– dalle ore 13 alle ore 19.30
– ZANHOTEL EUROPA – Via Cesare Boldrini, 11 – 40121 Bologna

Promotore: AMD Emilia Romagna

Segreteria organizzativa:
Planning Congressi S.r.l.
Via Guelfa 9 – 40138 Bologna

Crediti ECM: 6,5

Scarica il programma

* * * * *
Le relazioni
  • Il diabete gestazionale
    Gruppo di lavoro (Donatella Zavaroni, Elenora Morandi, Susanna De Guidi, Monica Baldini, Maria Cristina Molinaroli, Antonella Aldrigo, Sara Riboni)

Leggi e delibere regionali


 

8 ottobre 2016
Bologna – NH Hotel de La Gare
SID AMD

INCONTRO SID-AMD EMILIA ROMAGNA

I SESSIONE
L’assistenza diabetologica in Emilia Romagna

  • Cosa si sta facendo in Regione, criticità e prospettive (Antonio Brambilla)

II SESSIONE
La NAFLD, una nuova sfida per il diabetologo

  • Definizione della NAFLD e Linee Guida per la diagnosi e la terapia (Giulio Marchesini)
  • Indicatori epatici e NAFLD negli annali AMD (Carlo Giorda)
  • NAFLD come fattore di rischio emergente per il diabete (Giovanni Targher)
  • Trattamento del diabete nel paziente con epatopatia (Gabriele Forlani)

III SESSIONE
I costi del diabete

  • Misurare i costi diretti dell’assistenza (Luca Degli Esposti)
  • I costi che non siamo in grado di misurare (Rita Stara)
  • I dati del diabete in Emilia Romagna (Valeria Manicardi)

IV SESSIONE
Costi e benefici di fare e non fare: nuovi farmaci, nuove tecnologie, intervento sullo stile di vita

  • I nuovi farmaci (Riccardo C. Bonadonna)
  • Le nuove tecnologie (Paolo Di Bartolo)
  • L’intervento sullo stile di vita (Paolo Moghetti)

Programma 

15 giugno / 15 dicembre 2016
www.fad-insider.it

INSIDER. DIAGNOSI, CONTROLLO E GESTIONE DEI PAZIENTI DIABETICI IN EMILIA ROMAGNA
Corso FAD

Il Corso FAD sarà strutturato in N. 8 moduli.
Per ogni modulo i discenti avranno a disposizione uno slide kit con i contenuti didattici propedeutici al corso.

I moduli saranno così organizzati:
MODULO 1
Il problema del piede diabetico: prevenzione e trattamento (M. Grimaldi, D. Zavaroni)

MODULO 2
Retinopatia diabetica: screening e trattamento (G. Laffi, P. Mazzuca)

MODULO 3
“Appropriatezza terapeutica”. Terapie e tecnologie innovative per la cura del diabete M. Monesi, C. Sardu

MODULO N. 4
Il paziente anziano fragile: screening e trattamento (M. Monesi, C. Sardu)

MODULO N. 5
Nefropatia diabetica: screening e trattamento (G. Calzolari, E. Manicardi)

MODULO N. 6
Il percorso del paziente con diabete tra ospedale e territorio (E. Manicardi, M. Michelini)

MODULO N. 7
Il paziente con patologia cardiovascolare: screening e trattamento (M. Grimaldi, D. Zavaroni)

MODULO N.8
Il trattamento farmacologico nel paziente diabetico che svolge attività fisica (G. Calzolari, P. Mazzuca)

Programma

22 settembre 2016
Bologna – Zanhotel Europa AMD
Emilia Romagna

IL PERCORSO DEL PAZIENTE CON DIABETE TRA OSPEDALE E TERRITORIO INSIDER.
Diagnosi, controllo e gestione dei pazienti diabetici in Emilia Romagna
Corso teorico pratico

  • Introduzione e contestualizzazione del progetto INSIDER (G. Laffi)
  • Percorsi intraospedalieri nei reparti di Cardiologia, Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza, nei reparti internistici (M. Michelini)
  • Percorso nei reparti di chirurgia
  • La Dimissione protetta, prescrizione dei presidi e indicazioni all’autocontrollo (E. Manicardi)
  • Collegamenti Ospedale-Servizio Diabetologico-Territorio (E. Manicardi)
  • Confronto sul percorso e sul trattamento nelle singole realtà Emiliano Romagnole (a cura dei partecipanti)

8 giugno 2016
Bologna – Zanhotel Europa AMD
Emilia Romagna

APPROPRIATEZZA TERAPEUTICA: TERAPIE E TECNOLOGIE INNOVATIVE PER LA CURA DEL DIABETE IN EMILIA ROMAGNA
INSIDER. Diagnosi, controllo e gestione dei pazienti diabetici in Emilia Romagna

  • Introduzione e contestualizzazione del progetto INSIDER (G. Laffi)
  • Gliflozine, DPP4 inibitori e incretino mimetici: indicazioni regionali, evidenza dalla letteratura e pratica clinica (M. Monesi)
  • Nuove insuline (Degludec, Glargine 300, Biosimilari): evidenze dalla letteratura e pratica clinica (C. Sardu)
  • La prescrizione dell’autocontrollo alla luce della Circolare Regionale 13 del 29 ottobre 2015 (M. Monesi, C. Sardu)
  • Confronto sul percorso e sul trattamento nelle singole realtà Emiliano Romagnole (a cura dei partecipanti)

Programma

28 maggio 2016
Cento (FE) – Hotel Al castello
AMD Emilia Romagna

LA COMPLESSITÀ ASSISTENZIALE DELLA PERSONA CON DIABETE IN OSPEDALE E SUL TERRITORIO: UN UPDATE SULLE PIÙ RECENTI ACQUISIZIONI DI GOVERNO CLINICO E GESTIONE DELLA TERAPIA

Ospedale e territorio: i nuovi setting assistenziali (P. Bardasi)
Scarica la presentazione

I Sessione Problematiche della gestione del paziente con iperglicemia in ospedale

  • La gestione del paziente con iperglicemia in ambiente ospedaliero: evidenze scientifiche e linee guida (A.V. Ciardullo)
  • Monitoraggio glicemico e gestione delle ipoglicemie in ambiente ospedaliero (G. Laffi)
    Scarica la presentazione
  • Il trattamento dell’iperglicemia nel paziente in nutrizione artificiale (M. Monesi)

Lettura Magistrale. La qualità del farmaco: dalla farmacologia alla clinica, differenze tra un biosimilare e il suo originator (C. Blandizzi)
Scarica la presentazione

II Sessione Il paziente con iperglicemia in contesti clinici peculiari

  • Il trattamento del paziente diabetico con programma di interventi chirurgici, di indagini radiologiche o di procedure interventistiche (G. Sorrenti)
    Scarica la presentazione
  • La gestione dell’iperglicemia nel paziente in terapia corticosteroidea (S. Parini)
    Scarica la presentazione
  • Nuovi criteri per la diagnosi e il monitoraggio del diabete gestazionale (A. Sforza)

III Sessione Un approccio multidisciplinare alla terapia del diabete

  • Dalle sulfoniluree ai nuovi farmaci ipoglicemizzanti: luci ed ombre nel trattamento del paziente diabetico con comorbilità cardiovascolari (V. M. Monda)
    Scarica la presentazione
  • Nuove acquisizioni nella terapia antipertensiva e antiaggregante del paziente diabetico (F. Pacchioni)
    Scarica la presentazione
  • La prevenzione della malattia cardiovascolare aterosclerotica anche attraverso la gestione del “rischio residuo” (A. Passaro)
    Scarica la presentazione

IV Sessione La cura del diabete: Aspetti organizzativi dell’assistenza

  • La gestione del paziente diabetico dalla dimissione ospedaliera alla presa in carico da parte del Servizio Diabetologico: aspetti infermieristici (E. Frezzati)
    Scarica la presentazione

Tavola rotonda Gestione integrata del paziente con diabete: problematiche cliniche e organizzative attuali

  • Introduzione
    D. Pelizzola
    Speakers: A.V. Ciardullo, A. Gallerani, R. Graziani, F. Lugli, V.M. Monda, M. Monesi, M. Navarra, B. Oliviero, S. Parini, G. Sorrenti

26 maggio 2016
Bologna – Zanhotel Europa
AMD Sezione Emilia Romagna

IL PROBLEMA DEL PIEDE DIABETICO: PREVENZIONE E TRATTAMENTO INSIDER. Diagnosi, controllo e gestione dei pazienti diabetici in Emilia Romagna

  • Introduzione e contestualizzazione del progetto INSIDER (G. Laffi)
  • Prevenzione, screening e classificazione del piede diabetico (D. Zavaroni)
  • Trattamento locale e sistemico del piede diabetico con ulcera e follow-up (M.S. Grimaldi)
  • Il percorso del paziente con piede diabetico in ospedale e sul territorio (M.S. Grimaldi, D. Zavaroni)
  • Confronto sul percorso e sul trattamento nelle singole realtà Emiliano Romagnole (a cura dei partecipanti)

9-10 ottobre 2015
Baggiovara (MO)
UNA Hotel Modena
AMD SID

L’ASSISTENZA DIABETOLOGICA IN EMILIA-ROMAGNA: UN IMPEGNO PER TUTTI Congresso AMD-SID Emilia Romagna

Venerdì 9 ottobre

  • Il diabete gestazionale, quale impatto sull’attività in Diabetologia (S. Acquati)
  • L’attività infermieristica (C. Ceresoli)
  • L’attività del Dietista (P. Morana)
  • Presentazione del lavoro di gruppo (M. Michelini)
    Lavori di gruppo

Sabato, 10 ottobre

  • Presentazione del Congresso (R. Cavani)
    Scarica la presentazione
  • L’Azienda USL e la malattia diabetica: necessità e impegni (M. Annichiarico)
  • M. in Emilia Romagna del Piano Nazionale Diabete (A. Brambilla)
  • Il contributo delle associazioni dei pazienti con Diabete Mellito (R. Stara)
    Scarica la presentazione

Relazione dei Gruppi di Lavoro Regionali

Novità nell’assistenza al paziente con diabete

  • Aggiornamenti sull’utilizzo delle incretine e inibitori riassorbimento renale del glucosio (R. Bonadonna)
  • Nuove insuline e biosimilari (G. Marchesini)
    Scarica la presentazione
  • Aggiornamento sulle tecnologie in diabetologia (P. Di Bartolo)

11 giugno 2015
Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna
Bologna
SIF AMD AIFA SID SIE

TRATTAMENTO DEL DIABETE OGGI: PROSPETTIVE TERAPEUTICHE E CLINICHE

Sessione 1
Gestione del diabete e terapia farmacologica nel paziente diabetico

  • Il nuovo algoritmo sul diabete (A. Bellia)
  • Piano Nazionale del Diabete (P. Pisanti)
  • Epidemiologia del Diabete (M. Maggini)
  • È ancora valido l’uso delle sulfaniluree? (E. Mannucci)
  • Agonisti GLP1 (G. Sesti)
  • Inibitori DDP-4 (S. del Prato)
  • Gliflozine (A. Solini)
  • Terapia con insulina (D. Giugliano)
  • Biosimilari e Diabete (I biosimilari dell’insulina) (P.L. Canonico, F. Rossi) 

Sessione 2
La sicurezza e l’appropriatezza terapeutica del diabete nel rispetto della sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale

  • Safety dei farmaci antidiabetici (A. Capuano)
  • Il rischio di ipoglicemie nell’uso dei farmaci del diabete (G.B. Bolli)
  • La qualità di cura nel diabete in Italia: appropriatezza e personalizzazione (A. Ceriello)
  • Stili di Vita (K. Esposito)
  • I costi diretti e indiretti nella gestione del diabete (F.S. Mennini)
  • Nuovo ruolo del MMG nella terapia del diabete (W. Marrocco)

Programma