Skip to content

Lombardia


ANNALISA GIANCATERINI
UO Diabetologia ASST Nord Milano
Email: annalisa.giancaterini@gmail.com

Contatti: info@infomedica.com

Presidenza, Consiglio, Referenti

Presidente

Annalisa Giancaterini – Milano
UO Diabetologia ASST Nord Milano
Email: annalisa.giancaterini@gmail.com

 

Vice presidente

Regina Dagani
Diabetologia Presidio osp. Rho – ASST-Rhodense
Email: redagani@asst-rhodense.itregina.dagani@gmail.com

 

Segretario

Ida Mangone – Vimercate (MB)
UOSD Malattie endocrine, del ricambio e della nutrizione, ASST Vimercate
Email: ida.mangone@asst-vimercate.iti.mangone@libero.it

 

Consiglieri

Edoardo Duratorre – Luino (VA)
ASST Settelaghi, SC Medicina interna, Amb. Diabetologia, Osp. Luino
Email: edoardo.duratorre@ospedale.varese.ittiphide58@gmail.com

Ioana Sorana Savulescu – Pavia
Servizio di Endocrinologia e diabetologia, Ist. di Cura Città di Pavia, IRCCS Gruppo San Donato
Email: ioana.savulescu@grupposandonato.it

Emanuela Zarra – Brescia
UO Diabetologia, ASST Spedali Civili
Email: emanuelazarra75@gmail.com

Italo Nosari – Bergamo
Amb. Diabetologia, Humanitas Gavazzeni
Email: italo.nosari@gavazzeni.it

Eros Libera – Sondrio
UOSD Diabetologia-endocrinologia, ASST Valtellina Alto Lario
Email: eros.libera@asst-val.it

Referente pagina web

Ida Mangone – Vimercate (MB)
Email: ida.mangone@asst-vimercate.iti.mangone@libero.it

BREVE STORIA DELL’AMD LOMBARDIA

21-10-1988: Nasce l’AMD Lombardia

E’ al primo piano del Cristallo Palace, a Bergamo.

Sono presenti 39 Diabetologi Lombardi.

Conservo ancora l’atto di registrazione.

Vi sono apposte le firme di Carlo Coscelli, Italo Nosari, Fabrizio Querci, Giuseppe Lepore, L’associazione viene denominata “Sezione Regionale Lombarda dell’Associazione Medici Diabetologi“ e si dota di uno Statuto di 13 articoli, sostanzialmente mutuato da quello nazionale.

I primi cinque moschettieri del Consiglio direttivo: Nosari, Comi, Ongaro, Paroli, Segalini.

Nel sito AMD regionale, alla voce “Storia”, sono elencati con encomiabile precisione i nomi e le date che hanno portato l’associazione fino a qui.

L’obiettivo principale era dare voce, e una casa comune, soprattutto ai diabetologi “pratici”, a quei colleghi che operavano specie in strutture ospedaliere , pubbliche o private , e come specialisti ambulatoriali.

La spinta veniva dai vertici dell’AMD nazionale, con i quali da anni fervevano i contatti operativi, e dalla larga base dei diabetologi operanti in una Regione che ha le dimensioni numeriche di un piccolo stato.

Da questi veniva manifestata l’esigenza di non essere lasciati soli, di condividere problemi di gestione, aggiornamenti culturali in tempo reale, traduzione sul campo delle Linee Guida, progetti di ricerca clinica.

Per alcuni sussisteva, perché negarlo, l’esigenza di sopravvivere professionalmente.

Altri manifestavano la necessità di andare ad imparare meglio il mestiere di diabetologo, in strutture che fornissero l’esemplificazione storica di quanto era stato appreso in termini teorici.

Altri ancora avvertivano l’esigenza di strutturare meglio, in termini di capacità di assistenza, la propria “squadra”, per piccola che fosse: il termine di “team” diabetologico individua una storia più recente.

Ancora: più semplicemente, ci si voleva confrontare sul campo con gli amici che si occupavano di Diabete (“io faccio così: e tu?”).

A tutti si cercò di dare una risposta.

L’AMD Lombardia difese tutte le realtà diabetologiche nei tavoli di trattativa con la Regione.

Cambiavano gli assessori, ma non cambiava l’impegno della società .

I rapporti con la SID Lombardia furono privi di asprezze : ci incontrammo subito sulle cose da fare e lavorammo in uno spirito di collaborazione che ben ricordo come totale.

Le relazioni con il mondo accademico istituzionale furono, in realtà, da subito improntate a spirito collaborativo sincero, anche perché mediate dalla conoscenza e dalla stima personale. Ci fu, è vero, chi si chiedeva a cosa servisse una seconda Società Scientifica, quando ne esisteva una prima di solide tradizioni culturali.

Furono però gli stessi colleghi di cui sopra, qualche anno dopo, a frequentare e a far frequentare ai propri collaboratori, Medici e non, i corsi per équipe che l’AMD regionale sfornava a ciclo continuo.

Ci si può ora chiedere cosa rimanga dei riferimenti di allora.

Sono mutati profondamente i termini dell’assistenza sanitaria in Regione Lombardia, e parallelamente sono cambiate le modalità di assistenza alla persona diabetica, affetta da una malattia che è il paradigma delle patologie croniche.

E’ rimasta, a mio parere, la voglia di rimanere professionalmente all’altezza dei tempi, lavorando con la massima competenza tecnica possibile, ma parallelamente imparando a dare ad ogni paziente quello che gli serve, nel momento in cui gli serve.

E’ rimasto lo spirito di condivisione delle esperienze professionali, anche con il medico di famiglia, e spesso di quelle umane.

E’ rimasta la capacità di valorizzare tutte le componenti dell’équipe , aiutandole a riscoprire nel quotidiano le ragioni di una attività talora apparentemente avara di risultati e quasi sempre di riconoscimenti.

E’ rimasta e si è potenziata la capacità di sottoporre a critica l’operato proprio e altrui ,con strumenti che sempre più si affinano, nell’ottica di evitare lo spreco di risorse limitate: questa è la traduzione lombarda del concetto di Qualità Totale.

E’ rimasta la capacità di crescere culturalmente, condividendo progetti di ampio respiro clinico, e utilizzando Scuole di Educazione Terapeutica di alto livello .

Lunga vita all’AMD.

Italo Nosari

CRONISTORIA DELLA SEZIONE REGIONALE LOMBARDA DELL’AMD

La sezione regionale lombarda dell’AMD nasce il 21/10/1988 a Bergamo, dove si svolge l’Assemblea di Costituzione della Sezione Regionale Lombarda alla presenza del Prof. Carlo Coscelli, in rappresentanza del Direttivo Nazionale.

I soci fondatori della Sezione sono 39 e in quella occasione veniva eletto il primo Consiglio Direttivo che risultava così composto:

  • Presidente (1988-1991): Italo Nosari (Bergamo)

  • Vice Presidente: (1988-1991): Dario Comi (Milano)

  • Consiglieri (1988-1991): Alberto Ongaro (Alzano L. – BG), Antonio Paroli (Brescia), Giovanni Segalini (Cinisello B. – MI)

Il 28/10/1989 e il 6.10.1990 si svolgono, entrambi a Bergamo, il I e il II Congresso Regionale dell’AMD.

Nel novembre 1991 si svolge a Brescia il III Congresso Regionale dell’AMD, e in quell’occasione viene eletto il nuovo Consiglio Direttivo, così composto:

  • Presidente (1991-1995): Umberto Valentini (Brescia)

  • Vice Presidente (1991-1992): Giovanni Segalini (Cinisello B.- MI)

  • Consiglieri: Mario Iorini (Asola – MN; 1991-1995), Giulio Mariani (Milano; 1991-1995), Felice Paleari (Monza; 1991-1992), Gaetano Zibetti (Gazzaniga – BG; 1991-1995), Carlo Fossati (Milano; 1991-1995; ricoprirà la carica di vice-presidente nel periodo 1993-1995)

  • Segreteria: Antonino Cimino (Brescia)

Nel 1991 viene pubblicato il primo numero del notiziario AMD Lombardia.

Nel novembre 1992 si svolge a Cinisello Balsamo (MI) il IV Congresso Regionale dell’AMD. Viene eletto nel Consiglio Direttivo Giampaolo Testori (Milano).

Il 27/11/1993 si svolge a Brescia il V Congresso Regionale dell’AMD.

Nel novembre 1994 si svolge a Cremona il VI Congresso Regionale dell’AMD. Vengono eletti nel Consiglio Direttivo Alberto Rocca (Cinisello B. – MI) e Alberto Cappellini (Cremona).

L’11/11/1995 si svolge a Bergamo il I Congresso Interassociativo Regionale AMD-SID Lombardia. Viene eletto il nuovo Consiglio Direttivo, che risulta così composto:

  • Presidente (1995-1999): Carlo Fossati (Milano)

  • Vice Presidente: (1995-1996): Giampaolo Testori (Milano)

  • Consiglieri: Adolfo Bianchi (Rho – MI; 1995-1999); Alberto Cappellini (Cremona; 1994-1998), Giuseppe Chiumello (Milano; 1995-1999), Giuseppe Lepore (Bergamo; 1995-1999), Alberto Rocca (Cinisello B.-MI; 1994-1998; ricoprirà la carica di vice-presidente nel periodo 1997-1998)

  • Segreteria: Manuela Mantero (Milano)

Il 16/11/1996 si svolge a Milano il II Congresso Interassociativo Regionale AMD-SID Lombardia. Angela Girelli (Brescia) viene eletta nel Consiglio Direttivo (ricoprirà la carica di vice-presidente nel periodo 1998-1999).

Il 25/11/1997 si svolge a Varese il III Congresso Interassociativo Regionale AMD-SID Lombardia.

Il 24/10/1998 si svolge a Cernobbio il IV Congresso Interassociativo Regionale AMD-SID Lombardia. Giuseppe Marelli (Desio-MI) e Flavia Moratti (Legnano-MI) vengono eletti nel Consiglio Direttivo.

Il 6/11/1999 si svolge a Brescia il V Congresso Interassociativo Regionale AMD-SID Lombardia. Viene presentato il primo numero della nuova edizione del Notiziario regionale AMD News (responsabile: Angela Girelli). Viene inaugurato, per iniziativa di Giuseppe Marelli, il sito web della Sezione regionale AMD.

Alla data del Congresso sono regolarmente iscritti alla Sezione 163 soci. Viene eletto il nuovo Consiglio Direttivo, che risulta così composto:

  • Presidente (1999-2001): Giuseppe Marelli (Desio – MI)

  • Vice Presidente (1999-2003): Antonino Cimino (Brescia)

  • Consiglieri: Flavia Moratti (Legnano – MI; 1998-2002), Gianluigi Pizzi (Milano; 1999-2003), Franco Meschi (Milano; 1999-2003), Luigi Sciangula (Mariano C.- CO; 1999-2003), Pilade Zucchi (Asola – MN; 1999-2003)

  • Segreteria: Chiara Mauri (Mariano C. – CO)

A partire dall’anno 2000 le attività della sezione regionale si indirizzano sempre più verso l’ambito formativo con l’organizzazione di numerosi corsi, alcuni a carattere residenziale, di formazione indirizzati per lo più all’equipe diabetologica.

Il 20 e 21 ottobre si svolge a Desenzano del Garda il VI Congresso Regionale Interassociativo AMD-SID, il primo a carattere residenziale articolato in 2 giorni.

Il 26 e 27 ottobre 2001 si tiene a Lecco il VII Congresso Regionale Interassociativo AMD-SID, sempre a carattere residenziale. Viene rinnovato il direttivo regionale con l’ingresso nel consiglio direttivo dei colleghi Gianpaolo Testori e Donata Richini. Il nuovo consiglio direttivo risulta così composto:

  • Presidente: Antonino Cimino (Brescia)

  • Vice Presidente: Gianpaolo Testori (Milano)

  • Consiglieri: Donata Richini (Esine), Gianluigi Pizzi (Milano), Franco Meschi (Milano), Luigi Sciangula (Mariano C. – CO), Pilade Zucchi (Asola – MN)

Il 25 ottobre 2001 il Consiglio Direttivo Regionale ottiene la certificazione di Accreditamento Professionale dell’AMD valida fino al 24 ottobre 2004.

I presidenti della sez, AMD Lombardia dalla fondazione a oggi

  • Italo Nosari, Bergamo, 1988-1991

  • Umberto Valentini, Brescia, 1992-1995

  • Carlo Fossati, Milano, 1995-1999

  • Giuseppe Marelli, Desio, 2000-2001

  • Antonino Cimino, Brescia, 2001-2003

  • Gian Paolo Testori, Milano, 2003-2005

  • Giulio Mariani, Milano, 2005-2007

  • Vittorio Bertone, Bergamo, 2007-2008

  • Angela Girelli, Brescia, 2009-2011

Prossimi congressi

13 ottobre 2017 – Varese

IL DIABETE IN GRAVIDANZA: DALLO SCREENING AL FOLLOW-UP POST-PARTUM

Orari e sede dell’evento:
– dalle ore 8 alle 16.30
– Aula Magna Granero Porati – Università dell’Insubria – Via J.H. Dunant, 3

Promotore: ASST Sette Laghi, con il patrocinio di AMD e SID

Segreteria organizzativa:
Tiziana Fontana – SS Formazione del Personale ASST dei Sette Laghi
Tel: 0332.393172 – Fax: 0332.278983
Email: tiziana.fontana@asst-settelaghi.it

Crediti ECM: 4,2


6-7 ottobre 2017 – Coccaglio (BS)

23° CONGRESSO INTERASSOCIATIVO AMD-SID LOMBARDIA 2017 – LA DIABETOLOGIA, TRA CLINICA, RICERCA, INNOVAZIONE E MANAGEMENT DEL PERCORSO DI CURA

Orari e sede dell’evento:
– 2 giornate
– Hotel Touring – via Vittorio Emanuele II, 40 – Coccaglio (BS)

Promotore: AMD-SID, sezioni Lombardia

Organizzazione tecnica:
I&C srl
Tel.: 051.6144004 – Fax: 051.6142772
Email: alessandra.bolognini@iec-srl.it


16 giugno, 16 settembre 2017 – Milano

LA CENTRALITÀ DELLA PERSONA CON DIABETE – INNOVAZIONE FARMACOLOGICA, APPROPRIATEZZA PRESCRITTIVA ED EMPOWERMENT

Orari e sede dell’evento:
– 2 giornate
– Hotel Michelangelo – Piazza Luigi di Savoia 6 – Milano

Promotore: AMD sez. Lombardia

Organizzazione tecnica:
I&C srl
Tel.: 051.6144004 – Fax: 051.6142772
Email: giulia.delia@iec-srl.itfederica.tullini@iec-srl.it


Congressi svolti

27 gennaio 2017 – Milano
Hotel Michelangelo

TRANSIZIONE DEI GIOVANI CON DIABETE MELLITO DI TIPO 1 VERSO IL CENTRO DIABETOLOGICO DEGLI ADULTI. GESTIONE DELLA TERAPIA INSULINICA INTENSIVA

Orari e sede dell’evento:
– dalle ore 8.15 alle ore 17
– Hotel Michelangelo – Piazza Luigi di Savoia 6 – Milano

Promotore: AMD-SID-SIEDP

Organizzazione tecnica:
I&C srl – Via Andrea Costa 202/6 – 40134 Bologna
Tel.: 051.6144004 – Fax: 051.6142772
Email: giulia.deli@iec-srl.it  

Crediti ECM: 8,5
Ore effettive: 7 

  • Presentazione degli obiettivi del corso, del programma (freccia di processo) e della metodologia (Emanuela Zarra)
  • Dove c’eravamo lasciati… (Emanuela Orsi)
  • La gestione della terapia insulinica. Cosa cambia per il team e per il paziente nel momento della transizione: quali farmaci, quali schemi di terapia e autocontrollo, quali tecnologie (Riccardo Bonfanti, Alessandra Ciucci)
  • Il conteggio dei carboidrati: quando iniziarlo e come guidare il paziente nell’acquisizione dell’autonomia/responsabilità nella gestione della terapia (Gabriella Panigoni, Elisa Carrai)
  • La transizione: passaggio di crescita e sviluppo per il team, il paziente e la famiglia. Quali problemi, quali tappe presidiare e quali soluzioni (Maria Jole Colombini, Valentina Turra)

7-8 ottobre 2016
Coccaglio (BS) – Hotel Touring
AMD Sezione Lombardia SID Sezione
Lombardia  

DIABETE: MALATTIA COMPLESSA PER OPERATORI SANITARI ESPERTI 22° Congresso Interassociativo AMD SID Lombardia 

TOPICS PRINCIPALI

  • Fisiopatologia del diabete di tipo 2; la complessità comincia dall’etiopatogenesi
  • Terapia antidiabetica del diabete di tipo 2
  • Gravidanza e diabete: diabete e gravidanza in Lombardia, opportunità offerte dalla tecnologia nel diabete gravidico, dalla contraccezione al parto della donna diabetica
  • Terapia dell’ipertensione arteriosa e della dislipidemia nel diabete di tipo 2 e ricadute prognostiche
  • Preservazione di funzione d’organo (rene, fegato e cuore) nel diabete di tipo 2
  • Il supporto della tecnologia nel diabete di tipo 1
  • Strategie di prevenzione dell’ipoglicemia nel diabete di tipo 1
  • La sostituzione della funzione beta-cellulare; pancreas artificiale e trapianto
  • Il paziente con evento cardiovascolare e terapia anti-diabetica
  • Misura della qualità dell’attività assistenziale diabetologica

9 settembre 2016
Vertemate con Minoprio (CO) – Fondazione Minoprio
Regione Lombardia ASST Lariana
Comune Vertemate con Minoprio Agifar Como AMD
Lombardia Federfarma FenAgifar OMCO Como OSDI SIMG  

DIABETE MELLITO UNO SGUARDO SUL FUTURO
Ventennale di attività della Diabetologia di Mariano Comense 

I sessione – Uno sguardo al passato

  • Biguanidi, sulfaniluree, glinidi, glitazoni, inibitori alfa glucosidasi, insulina umana e analoghi di prima generazione: quanto sono stati importanti e quale spazio possono ancora avere (M. Agrusta)
  • Farmaci bioequivalenti o generici: ostacolo o opportunità per l’nnovazione terapeutica? (G. Marelli)

II sessione – Il presente, le novità terapeutiche

  • Le incretine, una storia lunga 8 anni ma ancora carica di nuovo: come e quando usarle (F. Giorgino)
  • Gli inibitori delle SGLT2, gli ultimi nati: è etico non usarli? (A. Costa)
  • Le insuline di ultima generazione, ultralente, ultraconcentrate e biosimilari: ne avevamo bisogno? (A. Cimino)

Lettura magistrale C’è ancora spazio per l’educazione terapeutica? Ci si può avvalere della tecnologia per raggiungere più pazienti? Possono esistere altri modelli didattici più efficaci e più efficienti? E i social network: opportunità o difficoltà (N. Musacchio)

III sessione – Il presente, Le novità tecnologiche
I nuovi glucometri dopo la nuova norma ISO: quali vantaggi (M.T. Branca)

  • Il Continuous glucose monitoring e il Flash Glucose Monitoring: vantaggi e svantaggi, quando e in chi usarli (G. Grassi)
  • I nuovi aghi: opportunità o problemi (A. Giancaterini)
  • Microinfusori e sensori: quando l’uno, quando l’altro, quando insieme (A. Girelli)

IV sessione – Il futuro, Cosa cè dietro l’angolo

  • Quali novità farmacologiche (E. Bosi)
  • Quali novità tecnologiche (D. Bruttomesso)

V sessione – Le comorbilità, Presente e futuro

  • La terapia dell’obesità: oggi e domani (F. Muratori)
  • La terapia dell’ipertensione nel diabetico: quali antipertensivi usare e con quali obiettivi? Novità in arrivo? (R. Trevisan)
  • La terapia della dislipidemia nel diabetico: quali farmaci usare e con quali obiettivi? Novità in arrivo? (M.C.Ponziani)

17-19 giugno 2016
San Felice del Benaco (BS) – Casa di accoglienza
Spedali civili di Brescia
Associazione diabetici della provincia di Brescia onlus  

MOTION & EMOTION

Un weekend di attività e approfondimenti, rivolto a persone con diabete tipo 1, per migliorare la gestione dell’attività fisica e sportiva.

  • • Lezioni teoriche sull’attività fisica e su come agisce sul diabete, test di valutazione funzionale
  • Esercitazioni pratiche su come svolgere l’attività sportiva in maniera corretta e sicura
  • escursione in montagna o, in caso di cattivo tempo, attività fisica e sportiva diversificata da svolgere in piscina e palestra

18-19 marzo 2016
Milano – Starhotels Rosa The Grand
ANCE – Cardiologia italiana del territorio AMD
Associazione medici diabetologi Società italiana di psichiatria  

LA GESTIONE DELLA COMORBILITÀ: UNA SCELTA CONDIVISA 

Venerdì 18 marzo

  • Survey nazionale: comorbilità e aderenza terapeutica (S. Petrucci)
  • Patologia Affettiva e comorbilità nella patologia cardiovascolare e diabetica: prevalenza e gestione clinica (C. Mencacci)
  • Caso Clinico interattivo (G. Cerveri)
  • La prescrizione e l’uso dei farmaci nel paziente diabetico fragile tra sottoutilizzo, scarsa aderenza ed eccesso di medicalizzazione (P. Di Berardino)

Sabato 19 marzo

  • Caso clinico interattivo (N. Visalli)
  • L’aderenza terapeutica: nuova strategia di prevenzione CV (F. MASSARI)
  • Caso clinico interattivo (G. Pantaleo)

14 gennaio 2016
Milano – Hotel Michelangelo
AMD – SID – SIEDP  

TRANSIZIONE DEI GIOVANI CON DIABETE MELLITO DI TIPO 1 VERSO IL CENTRO DIABETOLOGICO DEGLI ADULTI 

  • Le dimensioni e conseguenze del problema (E. Orsi)
  • Follow-up clinico-metabolico e terapia nella gestione del giovane proveniente dalla pediatria: quali difficoltà per il centro pediatrico e per il centro dell’adulto (G. Lepore, A. Salvatoni)
  • Uso della tecnologia nel paziente pediatrico e nell’adulto (R. Bonfanti, A. Girelli)
  • La dimensione psicosociale ed educativa della transizione, le difficoltà del paziente, della famiglia, le competenze relazionali del team (M.I. Colombini)
  • Accoglienza, profilo di cura e follow-up del giovane diabetico nell’ambulatorio dell’adulto nella fase della transizione (B. Agosti, E. Prandi)

LAVORO DI GRUPPO: dal confronto alla condivisione di un percorso

4 e 5 dicembre 2015
Rezzato (BS) – Villa Fenaroli Palace Hotel
Spedali Civili di Brescia Regione Lombardia  

UN APPROCCIO GLOBALE ALLA CURA DEL DIABETE: DALLE NUOVE OPZIONI TERAPEUTICHE ALLA GESTIONE DELLE EMOZIONI
3° evento Brescia Diabete 

Venerdì 4 dicembre
Lettura. La persona con diabete al centro: quanto contano le emozioni? (N. Visalli)

I Sessione. Diabete tipo 1: quali le sfide all’orizzonte?

  • Epidemiologia del DMT1: mortalità e rischio cardiovascolare (R. Trevisan)
  • L’ipoglicemia come fattore limitante: abbiamo fatto progressi? (A. Nicolucci)
  • Nuove e future opzioni terapeutiche della terapia insulinica (E. Bosi)

II sessione. La terapia del diabete tipo 2: tra opportunità e complessità

  • Sili di vita: … (A. Cimino)
  • Quale spazio per la chirurgia bariatrica? (A. Pontiroli)
  • … farmaci (C.B. Giorda)
  • … e il fenotipo? (R. Assaloni)

III sessione. La condivisione pediatra-diabetologo dell’adulto: non solo transizione

  • La gestione dell’adolescente con diabete (R. Bonfanti)
  • L’uso del microinfusore e del sistema integrato nelle diverse fasce d’età (I. Rabbone)
  • La transizione, una questione sempre aperta (B. Agosti, E. Prandi)

Sabato 5 dicembre
I sessione. Le tecnologie: punti di vista a confronto

  • Tra norme ISO, accuratezza, analisi dei dati dell’autocontrollo: come muoversi? (G. Grassi)
  • Esercizio e tecnologie (P. Di Bartolo)
  • Il Sistema Integrato: per chi? (M. Bonomo)
  • Il Pancreas Artificiale (D. Bruttomesso)

II sessione. La persona con diabete al centro: quanto pesano le emozioni?

  • Ipoglicemia (A. Gigante)
  • L’autocontrollo (N. Visalli)
  • Sto male ma non so perché (V. Turra)
  • Sintesi (A. Girelli)
  • Conclusioni (U. Valentini, M. Mottes, E. Ceccardi)

14 novembre 2015
Assago (MI) – NH Milanofiori
AMD, SIN  

LA PERSONAL CARE FARMACOLOGICA DEL PAZIENTE DIABETICO NEFROPATICO: L’ADERENZA AGLI STANDARD DI CURA
Corso di formazione per Diabetologi e Nefrologi
AMD SIN Lombardia 

Discussione in plenaria: presentazione dei casi clinici (G. Pontoriero, E. La Rocca, A. Cimino, L. Sciangula)

Prima relazione
La terapia ipoglicemizzante del paziente diabetico nefropatico (L. Sciangula) Seconda relazione
La terapia anti-ipertensiva ipolipemizzante nel paziente diabetico nefropatico (A. Cimino)
Terza Relazione
La terapia ipoglicemizzante del paziente diabetico in trattamento dialitico (E. La Rocca)
Quarta Relazione
Aspetti di farmacoeconomia: i nuovi ipoglicemizzanti sono molto utili per il trattamento del paziente diabetico nefropatico, ma quanto costano? (E. Torre)

2-3 ottobre 2015
Corte Franca (BS) – Relais Franciacorta
AMD e SID    

DIABETE E OBESITÀ: UN REBUS IRRISOLVIBILE PER IL DIABETOLOGO? IL PRESENTE E LE FUTURE STRATEGIE
21° Congresso AMD SID Lombardia 

VENERDI 2 OTTOBRE 2015
I SESSIONE Attuali controversie nella “medical nutrition therapy” delle malattie metaboliche

  • Quando l’end-point è la massa corporea; target energetico o macronutrienti? (A. Battezzati)
  • Quando l’end-point è il compenso glicemico; carboidrati semplici e complessi vs. protein intake (G. Marelli)
  • Quando l’end-point è la prevenzione cardiovascolare; EBM a supporto della dieta mediterranea (K. Esposito) LETTURA MAGISTRALE Gli alimenti funzionali nel paziente con diabete; quali evidenze e quali prospettive future (G. Riccardi)

COMUNICAZIONI ORALI
Lettura aziendale Novo Nordisk(*) Insulina Degludec: dagli studi RCT alla pratica clinica (R. Trevisan)< Lettura aziendale Sanofi(*) Nuove evidenze sulla terapia di combinazione insulina basale e GLP-1 RA short-acting nella gestione personalizzata del DMT2 (S. Genovese)

SESSIONE POSTER

II SESSIONE Terapia del diabete con effetti sul peso corporeo

  • La terapia “ancient regime” (U. Valentini)
  • Effetti extra-pancreatici della terapia con DPP4 inibitori e GLP1 RA (E. Bosi)
  • Effetti degli SGLT2 inibitori sulla composizione corporea (E. Orsi)

Presentazioni di tesi di laurea, specialità e dottorato

III SESSIONE La terapia dell’obesità ed effetto sulla storia clinica del paziente con diabete

  • Quale spazio per la terapia farmacologica dell’obesità? (G. Marchesini)
  • Quali sono i risultati long-term della chirurgia bariatrica? (A.E. Pontiroli) Lettura aziendale DOC Generici(*) Il farmaco generico: una questione di fiducia (L. Sciangula)

SABATO 3 OTTOBRE 2015
IV SESSIONE Il futuro della “medical nutrition therapy” delle malattie metaboliche

  • Ruolo del microbiota in obesità e diabete (A. Tagliabue)
  • Nutraceutici e diabete; considerazione sui possibili meccanismi d’azione dei composti polifenolici (D. Del Rio)
  • Nutrigenetica e la medicina predittiva; esistono realistiche applicazioni per il paziente diabetico? (L. Soldati)

SESSIONE RICERCA (AMD)
DIA&INT – Progetto NICE: Diabetes Intelligence (N. Musacchio)

SESSIONE DIABETE RICERCA
GENFIEV – Genetica fisiopatologia ed evoluzione del diabete mellito di tipo 2 (R. Bonadonna)

Lettura: Che assistenza diabetologica nella Riforma Sanitaria Lombarda? (M. Bersani)

6 giugno 2015
Cinisello balsamo (MI)
Cosmo Hotel Palace AMD e SID

LA PRATICA DELL’ATTIVITÀ MOTORIA E DELLO SPORT NELLE PERSONE CON DIABETE TIPO 2
Corso residenziale 

  • Contestualizzazione del problema: l’importanza della pratica dell’attività motoria/sportiva in sicurezza nei pazienti diabetici tipo 2 (A. Rocca)
  • Freccia di processo: lo svolgimento del processo didattico della giornata (P. Rumi)
  • Richiamo ai contenuti del corso FAD propedeutico (I. Franzetti)
  • Contratto d’aula (D. Richini)
  • Opzioni prescrittive: problemi e risorse per il diabetologo

Lavoro di gruppo con tecnica Metaplan

  • Come supportare la persona con diabete attiva/sportiva: le indicazioni delle linee guida, quali proposte prescrittive (P. Rumi)
  • La gestione delle scelte terapeutiche nel soggetto diabetico attivo/sportivo (A.Ciucci)
  • Contestualizzazione e introduzione a/lavoro di gruppo (D. Richini)
  • La persona con diabete dalla sedentarietà alla vita attiva. Il ruolo dell’attività /ludico-motoria in gruppo (D. Richini)

Lavoro di gruppo. La complessità della prescrizione in differenti contesti terapeutici: discussione di 3 differenti casi pratici

9-10 maggio
Rho (MI) – Sala Riunioni Ospedale “Di Circolo”
Gruppo di Studio Attività fisica di Diabete Italia
GISED

CORRIREGIONE LOMBARDIA 2015
Convegno e manifestazione podistica 

  • Fisiopatologia dell’attività fisica (P. Rumi)
  • Attività fisica come cura del diabete mellito (G. Magro)
  • Alimentazione e attività fisica come cura del diabete mellito (S. Casati)
  • Il ruolo, l’importanza e l’educazione all’autocontrollo (V. Grancini)

TAVOLA ROTONDA
Malattia diabetica ed esercizio fisico terapeutico: cosa fare di più?

  • Educazione terapeutica e Counseling: come aiutare il paziente a curarsi (N. Visalli, G. Careddu)
  • Importanza dell’autocontrollo e della’attività fisica (A. Ciucci)

Sessione interattiva con pazienti e operatori

9 maggio 2015
Monza – Hotel de la Ville AMD Lombardia e SID Lombardia

“VECCHI E NUOVI” BERSAGLI DELLA TERAPIA ANTI-DIABETICA 

I SESSIONE
Il rene: da organo bersaglio della malattia a organo bersaglio della terapia

  • Impatto metabolico e cardiovascolare dell’IRC nel paziente diabetico (S. Inchiostro)
  • Effetti dei nuovi farmaci sulla storia naturale del paziente diabetico con complicanza renale (S. Solini)
  • SGLT2 inibitori; un interessante meccanismo d’azione (R. Trevisan)

II SESSIONE Apparato gastro-enterico al centro dell’omeostasi energetica

  • L’intestino come ghiandola endocrina (R. Vettor)
  • Interazioni GLP-1 e SNC: il metabolismo energetico (R. Bonadonna)
  • Effetti cardiovascolari della modulazione dell’asse incretinico (G.P. Fadini)

III SESSIONE All’inseguimento della sostituzione della funzione beta-cellulare

  • Perché abbiamo bisogno di analoghi sempre più rapidi e/o sempre più lenti dell’insulina? (P. Di Bartolo)
  • Tutto quello che non avreste mai osato chiedere sul biosimilare (A. Genazzani)
  • Terapia cellulare del diabete: mito o possibilità? (L. Piemonti)

28 marzo 2015
Coccaglio (BS) – Hotel Franciacorta Touring
AMD e SID

LA PRATICA DELL’ATTIVITÀ MOTORIA E DELLO SPORT NELLE PERSONE CON DIABETE TIPO 2
Corso residenziale 

  • Contestualizzazione del problema: l’importanza della pratica dell’attività motoria/sportiva in sicurezza nei pazienti diabetici tipo 2 (A. Rocca)
  • Freccia di processo: lo svolgimento del processo didattico della giornata (P. Rumi)
  • Richiamo ai contenuti del corso FAD propedeutico (E. Meneghini)
  • Contratto d’aula (D.Richini)
  • Opzioni prescrittive: problemi e risorse per il diabetologo

Lavoro di gruppo con tecnica Metaplan

  • Come supportare la persona con diabete attiva/sportiva: le indicazioni delle linee guida, quali proposte prescrittive (P. Rumi)
  • La gestione delle scelte terapeutiche nel soggetto diabetico attivo/sportivo (A. Ciucci)
  • Contestualizzazione e introduzione a/lavoro di gruppo (D. Richini)
  • La persona con diabete dalla sedentarietà alla vita attiva. Il ruolo dell’attività /ludico-motoria in gruppo (D. Richini)

Lavoro di gruppo. La complessità della prescrizione in differenti contesti terapeutici: discussione di 3 differenti casi pratici  

31 gennaio 2015
Milano – Ibis Hotel AMD

I PERCORSI ASSISTENZIALI OSPEDALE-TERRITORIO: CIRCOLO VIRTUOSO PER LA PERSONA CON DIABETE
Workshop 

  • Il profilo di cura del paziente diabetico ricoverato per un intervento chirurgico d’elezione (L. Monge)
  • Il profilo di cura del paziente diabetico in DEU (A. Cimino)
  • Il profilo di cura del paziente diabetico ricoverato in Cardiologia (G. Marelli)
  • Position statement AMD, SID, SIEDP sugli analoghi dell’insulina umana (A. Cimino)
  • Il vissuto del paziente (I. Mangone)
  • Il parere della direzione sanitaria (G. Messori Ioli)
  • Proposta di partecipazione al progetto di valutazione dell’applicazione dei profili nella propria realtà (N. Musacchio)