Skip to content

Diabete e Inpatient

Composizione del gruppo

Coordinatore:

  • Massimo Michelini (Montecchio, RE)


Componenti:

  • Silvia Acquati  (Forlì, FC)
  • Eugenio Alessi (Reggio Calabria)
  • Elisa Forte (Gaeta, LT)
  • Roberta Guido (Genova)
  • Ada Maffettone (Napoli)
  • Sergio Tondini (Castel del Piano, GR)


Referente CDN:

  • Alberto Aglialoro (Genova)


Mission

La prevalenza dell’iperglicemia in ospedale è particolarmente rilevante. Umpierrez e coll. nel 2002 avevano riportato una prevalenza del 26% di diabete noto e del 12% di diabete misconosciuto e iperglicemia da stress. Inoltre, i diabetici sono maggiormente soggetti ad ospedalizzazione. In uno studio, riferito al 1989, il 24% dei soggetti diabetici adulti riferiva un ricovero l’anno precedente. L’iperglicemia è associata con outcome sfavorevoli. In particolare all’aumentare dei valori glicemici aumentano mortalità, infezioni nosocomiali, infezioni chirurgiche, rischio trombotico e peggiora la risposta all’ischemia miocardica e al danno neurologico. In particolare, i peggiori outcomes in termini di mortalità si osservano nei soggetti iperglicemici senza diabete noto. Pur essendo disponibili sia evidenze in Letteratura sugli effetti negativi dell’iperglicemia sia linee-guida e consensus di esperti sulla gestione dell’iperglicemia stessa si osservano ancora molte aree oscure. Ad esempio, è ancora molto diffuso l’impiego dell’insulina secondo sliding scale (ovvero al bisogno) nonostante sia ampiamente dimostrato non consenta il raggiungimento di un adeguato compenso glicemico e favorisca l’inerzia terapeutica. Altra problematica frequente è la dimissione “non protetta” del soggetto diabetico ovvero senza adeguata terapia educazionale.

Visti questi presupposti Consiglio Direttivo Nazionale dell’Associazione Medici Diabetologici ha costituito un Gruppo a Progetto il cui mandato è:

  • attuare un’opera di sensibilizzazione nei confronti del problema iperglicemia in ospedale;
  • mettere a punto un eventuale documento snello e facilmente fruibile da parte di tutte le figure professionali coinvolte nel trattamento dell’iperglicemia;
  • creare un algoritmo di terapia infusiva da inserire in un palmare facilmente utilizzabile dal personale infermieristico.

Attività del gruppo

2014-2015
1) Il gruppo Diabete e Inpatient e il Progetto AMD-NICE (Need Is Core of Effectiveness). Si vedano le presentazioni:
2) Nel periodo luglio 2014-gennaio 2015 sono stati erogati 11 eventi formativi di capillarizzazioni del progetto “I percorsi assistenziali ospedale-territorio: circolo virtuoso per la persona con diabete. Le sedi sono state Napoli, Pollenzo, Bari, Cosenza, Messina, Arezzo, Reggio Emilia, Cagliari, Mestre, Milano, e infine  Roma il 31 gennaio 2015.
3) Il gruppo ha condiviso/validato  il documento di consenso su Gestione e utilizzo dei sistemi iniettivi dell’insulina in ospedale, elaborato dal Gruppo Intersocietario AMD-OSDI sulle Tecniche iniettive.
4) I poster del gruppo:
  • Poster presentato al VII Congresso della FondAMD (Baveno, 23-25 ottobre 2014)
  • Poster presentato al  XX Congresso Nazionale 2015 (Genova, 13-16 maggio 2015)

5) Le news del gruppo:


Archivio

Dicembre 2014

E’ stato pubblicato sul sito AMD (sezione Linee-guida e Raccomandazioni) il documento i Percorsi assistenziali Ospedale-Territorio, redatto dal Gruppo “Diabete e Inpatient”, coordinato dalla Dott.ssa Concetta Suraci.

Come da mandato del Consiglio Direttivo Nazionale, il Gruppo, in collaborazione con le società scientifiche di Chirurgia (SIC), Cardiologia (ANMCO), del Dipartimento Emergenza-Urgenza (SIMEU) e dei Medici delle Direzioni Ospedaliere (ANMDO), ha provveduto a delineare i profili di cura specifici per le persone ricoverate in Chirurgia, in Cardiologia e che accedono al Dipartimento di Emergenza-Urgenza (DEU).

I Profili di Cura sono oggetto di eventi formativi a livello regionale. Le diverse capillarizzazioni avranno luogo entro i primi mesi del 2015.

* * * * *

Luglio 2014

Ripartono gli eventi formativi di capillarizzazione del Progetto “I percorsi assistenziali ospedale-territorio: circolo virtuoso per la persona con diabete”.

* * * * *

Newsletter del luglio 2012:

Il paziente con diabete è presente in ospedale in tutti i reparti sia di area medica che chirurgica: un paziente su quattro ha il diabete e uno su due/tre in terapia intensiva cardiologica. La presenza di diabete aumenta il rischio di infezioni e di complicanze, peggiora la prognosi, allunga la degenza media e determina un incremento significativo dei costi assistenziali. Inoltre, il diabete viene spesso diagnosticato in occasione di un ricovero ospedaliero ed è indispensabile una presa in carico da parte di un team diabetologico per ottenere una gestione ottimale e ridurre gli outcomes avversi.

Partendo da questi presupposti l’Associazione Medici Diabetologici ha costituito il Gruppo a Progetto ‘Diabete in Ospedale’. Il gruppo è costituito da: Concetta Suraci (coordinatore), Antonio Cerriello, Francesco Chiaramonte, Lina Clementi, Ariella De Monte, Rosario Lanzetta, Anna Rita Leoncavallo, Valeria Manicardi, Giuseppe Marelli, Nicoletta Musacchio, Maria Chantal Ponziani, Alessandra Sforza, Gaudenzio Stagno.

Il mandato principale è quello di dare applicazione a quanto previsto nel Documento Interassociativo AMD-SID-SIEDP-OSDI sull’Assistenza Diabetologia delineando i Percorsi Diagnostico Terapeutici per il paziente diabetico ricoverato.

Pertanto, dopo l’esperienza positiva sperimentata insieme a SID con gli internisti del FADOI nel progetto TRIALOGUE che ha prodotto “Le istruzioni per l’uso” per la gestione del paziente diabetico in area medica, è stato formalizzato, in collaborazione con le Società Scientifiche di Chirurgia, Anestesia, Cardiologia e Dipartimento Emergenza-Urgenza, un gruppo di lavoro multidisciplinare con il compito di elaborare Raccomandazioni condivise per gli ambiti specifici, giudicati prioritari.

E’ previsto per la fine del 2012 un workshop residenziale ed eventi formativi multidisciplinari nel corso del 2013 per l’implementazione e la diffusione delle raccomandazioni elaborate sul territorio nazionale.”

* * * * *

AMD news del 15 novembre 2012

I percorsi assistenziali ospedale-territorio: circolo virtuoso per la persona con diabete“,  questo il tema del workshop che si terrà a Bologna il 23 e 24 novembre. Durante l’incontro gli esperti del gruppo AMD Diabete in ospedale, l’associazione medici cardiologi ospedalieri (ANMCO), l’associazione medici direzioni sanitarie (ANMDO), la società italiana di chirurgia (SIC) e la società di medicina d’emergenza-urgenza (SIMEU) redigeranno dei protocolli applicativi in base alle linee guida del Documento interassociativo AMD SID sull’assistenza in ospedale. Saranno evidenziate le attività essenziali e cliniche necessarie ad una corretta gestione della persona con diabete durante il ricovero e si studieranno percorsi condivisi per garantire l’integrazione tra le diverse figure professionali

Durante questo primo evento verrà prodotto un “documento di consenso”, che sarà portato a conoscenza di tutti i Soci mediante capillarizzazioni nel 2013. Gli eventi periferici terranno contro delle esperienze e delle competenze locali.