Skip to content

Diabete No Grazie

Fibromialgia: speranze di cura da un farmaco antidiabete

Un nuovo studio dimostra il legame tra la fibromialgia, l’emoglobina glicata e l’insulino- resistenza, aprendo potenzialmente la strada a nuove speranze di cura.
a cura di Miryam Ciotola

La fibromialgia (FM) è una sindrome caratterizzata da dolore cronico generalizzato causata da meccanismi neurobiologici ancora non del tutto compresi. A causa della frequenza, essa risulta responsabile di una quota piuttosto elevata di costi sanitari, associati soprattutto al consumo di antidolorifici al quale costringe i pazienti affetti.

Secondo quanto suggerisce un nuovo studio recentemente pubblicato da un team di ricercatori dell’Università del Texas, la FM potrebbe essere direttamente collegata all’insulino-resistenza. I ricercatori sono stati in grado di identificare, in una popolazione costituita da oltre 1000 soggetti, le persone affette da FM utilizzando il dosaggio dell’emoglobina glicata (ovvero il livello medio di glucosio nel sangue in riferimento agli ultimi 3 mesi), marker surrogato di insulino-resistenza, dimostrando che la maggior parte, se non tutti, i pazienti con FM avevano proprio livelli di emoglobina glicata mediamente più elevati. Ciò è stato analizzato stratificando i dati, dopo aver introdotto l’età come fattore di correzione. Questa strategia di analisi ha evidenziato differenze altamente significative di emoglobina glicata tra i pazienti con FM e i soggetti a confronto, rispettivamente per due differenti popolazioni di controllo separate.

I ricercatori hanno poi avviato un sottogruppo di pazienti che rispondevano ai criteri di diagnosi di pre-diabete o di diabete, con valori di emoglobina glicata superiori o uguali a 5,7%, al trattamento con la metformina, comune farmaco antidiabete efficace nel combattere l’insulino-resistenza. Risultato: tutti i pazienti hanno sperimentato miglioramenti significativi del loro diffuso dolore muscolare miofasciale, come dimostrato dai punteggi ottenuti, pre- e post-trattamento, secondo una scala di valutazione del dolore. Inoltre, la risposta alla metformina in aggiunta ai trattamenti antidolorifici standard del caso è stata seguita da completa risoluzione del dolore in 8 su 16 pazienti trattati (50%), ovvero un livello di miglioramento mai osservato prima in campioni di pazienti con FM sottoposti a qualsiasi trattamento attualmente disponibile. Al contrario, nei pazienti trattati solo con terapia antidolorifica standard, se pur migliorati, la risoluzione completa del dolore non è stata generalmente osservata. È interessante notare che alcuni pazienti hanno risposto solo a metformina e non al trattamento standard, e che è stata registrata una conservazione a lungo termine dell’effetto analgesico della metformina.

Svariati studi precedenti avevano inoltre identificato una connessione tra la resistenza all’insulina e le disfunzioni dei piccoli vasi sanguigni a livello cerebrale, ma finora nessuno aveva mai ipotizzato che tale disfunzione potesse essere collegata alla FM, una delle condizioni di dolore cronico più comune.

Gli esperti sperano che i nuovi risultati possano offrire una speranza per milioni di persone nel mondo che vivono con questa patologia debilitante, comportando un cambiamento rivoluzionario nella cura del dolore cronico e di conseguenza risparmiando potenzialmente sui costi sanitari in antidolorifici.


Is insulin resistance the cause of fibromyalgia? A preliminary repor
PLoS One. 2019 May 6;14(5):e0216079