Skip to content

Diabete No Grazie

I cibi preconfezionati aumentano il rischio di diabete tipo 2

Per prevenire il diabete tipo 2 si dovrebbe tornare a un’alimentazione più semplice, a base di ingredienti freschi: che verdura, frutta, carne, latte, uova e cereali non raffinati tornino a essere i padroni della nostra tavola!
a cura di Lucia Briatore

Avere a disposizione cibo preconfezionato già pronto e a basso costo è un’opportunità che si è sviluppata progressivamente negli ultimi quarant’anni e ha cambiato le abitudini alimentari e di vita di molte persone… forse in peggio. Il consumo eccessivo dei cosiddetti ultraprocessed food (UPF) è infatti stato associato a un aumentato rischio di mortalità, obesità, malattie cardiovascolari, ipertensione arteriosa, cancro, dislipidemia e recentemente anche di diabete tipo 2.

Vengono definiti UPF gli alimenti costituiti da cinque o più (di solito molti) ingredienti, che non comprendono alimenti naturali ma sostanze estratte da questi alimenti (es. al posto del latte contengono caseina e lattosio, al posto della farina contengono glutine) o derivate da ulteriori trattamenti di componenti alimentari (es. isolato proteico di soia, maltodestrina, olii idrogenati). Gli UPF sono prodotti usando processi industriali allo scopo di ottenere alimenti pronti facili da conservare e riscaldare e da consumare velocemente. Alcuni esempi di UPF sono: bevande gassate, snack e gelati confezionati, cioccolato, pane confezionato, margarine, biscotti, cereali per la colazione, barrette energetiche, sostituti del pasto, torte, pizza surgelata, bastoncini di pesce, crocchette di pollo, hamburger, hot dog, zuppe istantanee, piatti pronti, dessert.

In un recente studio pubblicato sulla rivista JAMA si è valutato l’impatto dell’alimentazione sullo sviluppo di diabete tipo 2 seguendo per 10 anni, dal 2009 al 2019, oltre 100.000 persone della coorte French NutriNet-Santé. Le abitudini alimentari sono state registrate attraverso un questionario in cui ogni persona riportava quanto consumato nelle 24 ore scegliendo tra oltre 3500 diversi cibi. I ricercatori hanno evidenziato come un più elevato consumo di UPF, indipendentemente da altri fattori confondenti, fosse associato a un maggiore rischio di sviluppare nel tempo il diabete tipo 2.

Questo studio mostra quanto sia importante nella prevenzione del diabete ritornare a un’alimentazione più semplice, in cui gli ingredienti freschi come verdura, frutta, carne, latte, uova e cereali non raffinati siano nuovamente i padroni della nostra tavola.


Ultraprocessed Food Consumption and Risk of Type 2 Diabetes Among Participants of the NutriNet-Santé Prospective Cohort

JAMA Intern Med. Published online December 16 2019