News

maggio 28, 2018 GM

Effetto della liraglutide sugli eventi cardiovascolari nei pazienti con diabete mellito tipo 2 e malattia polivascolare: i risultati dello studio LEADER

A cura di Francesco Romeo
28 maggio 2018 (Gruppo ComunicAzione) – La liraglutide, secondo gli autori di studio recente, sembrerebbe ridurre i principali esiti cardiovascolari nei pazienti con DMT2 sia con multiple sia con singole localizzazioni vascolari, ma non in quelli senza documentata malattia cardiovascolare aterosclerotica.

Leggi

maggio 7, 2018 GM

Revisione sistematica e metanalisi degli studi di intervento sulla riduzione del colesterolo LDL: associazione tra livello iniziale di C-LDL, mortalità totale e mortalità cardiovascolare

A cura di Alessandra Clerico
7 maggio 2018 (Gruppo ComunicAzione) – Una recente metanalisi evidenzia come una terapia ipolipemizzante “più intensiva” possa essere più efficace di una terapia “meno intensiva” nel ridurre la mortalità totale e la mortalità cardiovascolare negli studi in cui i soggetti avevano al basale livelli più elevati di colesterolo LDL.

Leggi

aprile 30, 2018 GM

L’utilizzo di sistemi CGM in pazienti adulti con diabete tipo 1 è “cost-effective”

A cura di Lucia Briatore
30 aprile 2018 (Gruppo ComunicAzione) – Uno studio statunitense indica come il CGM sia, in tempi medio-lunghi, costo-efficace per il trattamento del DMT1 e possa parimenti aiutare i clinici a convincere i decisori sanitari che questo tipo di trattamento, sebbene inizialmente più costoso dell’autocontrollo tradizionale, alla lunga ripaghi.

Leggi

aprile 23, 2018 GM

“Tracking” dell’emoglobina glicata e compenso glicemico a 5 anni dall’esordio in soggetti con diabete mellito tipo 1: le ragioni di un intervento precoce e aggressivo dopo la diagnosi

A cura di Eugenio Alessi
16 aprile 2018 (Gruppo ComunicAzione) – In persone con DMT1 il compenso glicemico stimato mediante HbA1c si stabilizza lungo una “traccia”, in media dopo 5 anni dalla diagnosi, con l’età alla diagnosi che modifica sia la velocità con cui ciò avviene sia il livello di glicata e con il sesso che determina effetti eterogenei.

Leggi