Skip to content

Diabete No Grazie

Guarire dal diabete tipo 2 di nuova diagnosi con la dieta

Guarire dal diabete tipo 2 può essere possibile, dice uno studio inglese: se si interviene alla diagnosi con modifiche non drastiche e sostenibili dello stile di vita: riduzione del peso corporeo attività fisica e attenzione al cibo e alle bevande. Senza però dimenticare la terapia farmacologica…
a cura di Marcello Monesi

Nella maggior parte dei casi non è purtroppo possibile guarire dal diabete: si tratta di una patologia cronica che difficilmente può andare incontro a remissione. L’obiettivo delle cure è mantenere i livelli glicemici entro limiti che riducano il rischio di sviluppare le temibili complicanze associate. Tuttavia, se alla diagnosi si interviene molto precocemente esiste una possibilità non trascurabile di invertire la rotta e di ripristinare in maniera stabile un compenso glicemico normale o solo lievemente alterato.

A oggi alcuni studi hanno dimostrato che, riducendo in maniera drastica l’apporto calorico con diete da 800 a 1000 kcal al giorno, si è ottenuta la remissione del diabete tipo 2 in circa un terzo dei soggetti con nuova diagnosi di diabete. La difficoltà di riportare i risultati di tali studi nelle condizioni della vita quotidiana è data proprio dalla eccessiva restrizione calorica, che ben pochi riescono a sostenere per periodi prolungati.

Un recente studio, condotto in Gran Bretagna e pubblicato sulla rivista Diabetic Medicine, apre nuove speranze per i soggetti a cui è stato recentemente diagnosticato il diabete tipo 2: secondo i ricercatori britannici anche un calo del peso corporeo relativamente modesto e ottenuto nel primo anno dopo la diagnosi di diabete tipo 2 raddoppia la probabilità di remissione del diabete fino a 5 anni.

Lo studio ha arruolato 867 pazienti, con età media di 61 anni e recente diagnosi di diabete tipo 2; sono state misurate variabili come il peso corporeo, l’attività fisica, la dieta e le calorie e il consumo di alcool.

I risultati hanno mostrato che chi in un anno aveva perso il 10% del peso corporeo aveva una probabilità 2,5 volte maggiore di andare incontro a remissione del diabete, mantenuta dopo 5 anni; il dato più importante è che il calo di peso è stato ottenuto con una dieta lievemente ipocalorica associata a un programma di attività fisica regolare ma non intensiva: obiettivi alla portata di molte persone con modifiche ragionevoli del proprio stile di vita.

Gli autori dello studio hanno commentato che la remissione del diabete tipo 2 alla diagnosi è un obiettivo perseguibile attraverso il calo del peso corporeo in un terzo dei soggetti colpiti con modifiche non drastiche e sostenibili dello stile di vita. Non dimentichiamo tuttavia l’importanza delle terapie farmacologiche, che restano nella maggior parte dei soggetti un presidio insostituibile per conseguire il controllo dei livelli glicemici.


Research: Epidemiology Behaviour Change, Weight Loss And Remission Of Type 2 Diabetes: A Community-Based Prospective Cohort Study
Diabet Med 2019. Published online Sept 3