Skip to content

Piemonte / Valle d’Aosta


ANNA ROSA BOGAZZI 
SSVD Malattie endocrine e diabetologia – ASL TO3
Cell. 3333403490
Email: anna.bogazzi63@gmail.com

Contatti: info@infomedica.com

Anna Rosa Bogazzi – Il cambiamento verso la continuità

Anna Rosa Bogazzi è il tredicesimo presidente della sezione AMD Piemonte e Valle d’Aosta. Da parecchi anni è iscritta all’associazione, nella quale ha ricoperto l’incarico di consigliere regionale durante le presidenze di Luca Monge e Marco Comoglio. Ha fatto parte del gruppo Clinical Governance, diretto da Alessandro Ozzello, ed è formatore tutor della Scuola di Formazione AMD. La incontriamo dopo la sua elezione per avere il quadro della situazione della diabetologia piemontese e farci dire degli obiettivi dei prossimi due anni di presidenza.

Presidente, qual è la situazione della diabetologia piemontese?
Mi hanno detto il numero 13 porta fortuna. E infatti inizio la mia presidenza con una delibera regionale approvata in data 13 novembre 2017 che definisce l’attuazione del PDTA-DM, ossia il percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale del diabete mellito.

Un traguardo importante…
Sì, perché il PDTA-DM, definito in base ai criteri dell’ormai lontana delibera regionale n. 61 del 2010, potrà finalmente essere applicato e condiviso in tutta la regione con coinvolgimento anche della medicina generale grazie al lavoro svolto dalla Rete endocrino-diabetologica, a sua volta sancita dalla delibera regionale n. 27 del 17 ottobre 2016.

Che cos’è la Rete endocrino-diabetologica?
La Regione Piemonte è sempre stata un’eccellenza nel settore salute, con una estesa capillarizzazione dell’assistenza diabetologica, sia ospedaliera sia territoriale. D’altro lato, la formazione universitaria in endocrinologia da molti anni presenta una organizzazione multidisciplinare tale da far acquisire ai nostri giovani specialisti una preparazione completa sia in campo endocrinologico sia in campo metabolico. Questo background organizzativo e culturale è stato il terreno sul quale si è formata la Rete endocrino-diabetologica e che ne ha permesso il riconoscimento istituzionale. La Rete è, pertanto, la sede in cui è rappresentata tutta l’assistenza endocrino-diabetologica del Piemonte e in cui vengono affrontati e risolti congiuntamente e in forma omogenea in tutto il territorio gli eventuali problemi connessi ai PDTA erogati. Nello specifico, sono stati avviati tavoli tecnici per definire i PDTA relativi a obesità, dislipidemie e patologie tiroidee.

Che cos’è il “cambiamento verso la continuità” che ha indicato quale linea guida del suo mandato?
Il cambiamento vuol dire che la mia presidenza si pone due obiettivi fondamentali, nel rispetto di quanto sino a oggi fatto da AMD: a livello regionale, la definizione e il ruolo dell’endocrino-diabetologo, e a livello societario incrementare il numero di soci con età inferiore ai 45 anni e coinvolgere nelle attività di AMD i soci più giovani già iscritti.

Allora, come definire l’endocrino-diabetologo?
Vediamo il quadro. La scuola di specialità che gran parte di noi ha frequentato è stata in Endocrinologia e malattie metaboliche. Oggi abbiamo la Rete endocrino-diabetologica. Le strutture, complesse e a valenza dipartimentale, si chiamano strutture di endocrinologia e diabetologia, e in esse viene svolta attività relativa ad entrambe le specialità. Per tutto ciò ho pensato di mantenere la collaborazione con la SID ma anche di avvicinarmi ad altre società scientifiche, come l’AME, per condividere cultura e problematiche organizzative e per progettare eventi che contribuiscono alla formazione e alla crescita di questa nuova figura professionale.

Ma con quale ruolo?
A parer mio, con la Rete la nuova organizzazione regionale aumenta ulteriormente l’autorevolezza e la professionalità della diabetologia, allargando gli orizzonti lavorativi a campi di più peculiare pertinenza endocrinologica. Per esempio, l’obesità, malattia del metabolismo, la cui cura richiede professionisti preparati non solo ad affrontare la complessità dei PDTA ma anche all’utilizzo e alla conoscenza dei farmaci innovativi.

Secondo obiettivo: come incrementare il numero di soci giovani?
Ho ripensato a cosa feci io circa venticinque anni fa quando mi iscrissi ad AMD. AMD mi conquistò con i contenuti proposti, non soltanto di “natura prettamente scientifica” ma anche di tipo gestionale ed educativo – con concetti come il team, il team building, la relazione e l’empowerment del paziente, i problemi organizzativi, la gestione dell’ambulatorio. E poi con la metodologia formativa utilizzata dalla Scuola AMD. Per questo ho intenzione di organizzare eventi che facciano conoscere soprattutto ai giovani la vision di AMD e li avvicinino alla metodologia della Scuola AMD. E poi anche di coinvolgerli in prima persona negli eventi programmati. In tal senso la richiesta del presidente nazionale Mannino, di organizzare un evento Scuola AMD in Piemonte, si inserisce perfettamente nelle progettualità ipotizzate.

Ma il cambiamento riguarderà solo l’ambito societario?
No. E mi riferisco soprattutto all’utilizzo ancora non a regime dei farmaci innovativi, come emerge dai dati degli Annali AMD, altro cavallo di battaglia della nostra società scientifica. Dati che impongono una riflessione che necessariamente deve coinvolgere i giovani specialisti per capirne le ragioni e insieme ragionare sull’appropriatezza della prescrizione.


Archivio interviste presidenti »

Presidenza, Consiglio, Referenti

Presidente

Anna Rosa Bogazzi
SSVD Malattie endocrine e diabetologia – ASL TO3
Cell. 3333403490
Email: anna.bogazzi63@gmail.com

Vice presidente

Maria Chantal Ponziani
SSD Diabetologia e malattie metaboliche – ASL NO
Tel. 0332516486
Email: chantal.ponziani@gmail.com

Consiglieri

Marco Buschini
Diabetologo – Oleggio Castello (NO)
Cell. 3351001032
Email: marcobuschini@tiscali.it

Maria Angela Seardo
SC Diabetologia ed endocrinologia – ASL Città di Torino
Cell. 3664759109
Email: maffi@email.it

Fabiana Di Noi
SSD Diabetologia ed endocrinologia – ASL CN1
Cell. 3358226339
Email: fabi_dinoi@yahoo.it

Tesoriere

Enrico Gabellieri
SC Diabetologia ed endocrinologia – ASO Ss Antonio e Biagio – Alessandria
Cell. 3474695249
Email: enricogabellieri@libero.it

Segretaria

Mara Steffanini
SSD Diabetologia e malattie metaboliche – ASL NO
Cell. 3351458283
Email: steffaninimara@libero.it

Referente pagina web

Riccardo Fornengo
SSD Diabetologia e malattie metaboliche – ASLTO4 – Chivasso (TO)
Cell. 3356074500
Email: riccardo_fornengo@yahoo.it

BREVE STORIA DELL’AMD PIEMONTE

 

La sezione venne fondata nel 1987, tra le prime in Italia.

Primo presidente: Quirico Carta, Torino (1988-1991)
Secondo presidente: Gian Maria Ferraris, Chieri, TO (1992-1995)
Terzo presidente: Giuseppe Bargero, Casale Monferrato, AL (1996-1999)
Quarto presidente: Gabriele Allochis, Novara (2000-2001)
Quinto presidente: Franco Travaglino, Biella (2002-2003)
Sesto presidente: Carlo Giorda, Chieri, TO (2003-2005)
Settimo presidente: Giampaolo Magro, Cuneo (2006-2007)
Ottavo presidente: Anna Chiambretti, Chivasso, TO (2008-2009)
Nono presidente: Luca Monge, Torino (2010-2011)
Decimo presidente: Marco Comoglio, Moncalieri, TO (2012-2013)
Undicesimo presidente: Luca Richiardi, Torino (2014-2015)
Dodicesimo presidente: Alessandro Ozzello, Pinerolo, TO (2016-2017)
Tredicesimo presidente: Anna Rosa Bogazzi, Torino (2017-)

Ha sempre potuto contare su 100-120 iscritti, particolarmente attivi.

Nell’intensa attività di questi tre lustri meritano di essere segnalati:

  • La riunione annuale, residenziale, di Marentino, dal 1988 al 2002, fucina di idee, proposte di percorsi diagnostici e terapeutici, di analisi della realtà assistenziale. In particolare, negli anni, oltre all’aggiornamento scientifico, sono stati affrontati temi dell’educazione, dell’evoluzione delle malattie metaboliche e della diabetologia, delle risorse della rete piemontese dei servizi, dei diritti e dei doveri del malato.

  • Il questionario sulle risorse dettagliate dei servizi di diabetologia pubblicato sugli atti di Marentino 1996. Il primo questionario in Italia che ha messo in luce la disomogeneità delle risorse dei servizi, cui seguirono altri analoghi in altre regioni e quello nazionale del 1999.

  • Il primo sito internet di una sezione AMD, attivo dal dicembre 1997, particolarmente apprezzato per qualità grafica e contenuti.

  • L’organizzazione del XIII Congresso nazionale dell’AMD nel maggio 2001.

  • Nel gennaio 2006, durante la presidenza di Giampaolo Magro, AMD Piemonte trova una nuova “casa” a Pollenzo, ove si svolse il primo Direttivo. Viene naturale invitare Carlo Petrini e Silvio Barbero al Congresso di dicembre 2006, e da lì ha inizio la collaborazione con Slow Food e le varie iniziative: come quella degli “Orti” e la stipula del documento che sancisce la collaborazione fra le due società.

  • A partire dal 2016, durante la presidenza di Alessandro Ozzello, ha inizio una collaborazione con la sezione regionale SID per la realizzazione del primo congresso regionale congiunto delle due società scientifiche.

La sezione è stata rappresentata a livello nazionale da cinque consiglieri: Quirico Carta (1991-1995), Carlo Giorda (1997-2001), Luca Monge (2001-2005), Alessandro Ozzello (2005-2009), Maria Chantal Ponziani (2013-2017); attualmente è rappresentata da Riccardo Fornengo (2017-).

Carlo Giorda è stato Vice Presidente nazionale AMD (2009-2011) e Presidente nazionale AMD (2011-2013).

Prossimi congressi

30 novembre – 1 dicembre 2018 – Stresa (VB)

XXXI CONGRESSO REGIONALE AMD – LA TRAVERSATA DIFFICILE DALL’INNOVAZIONE ALL’ADERENZA

Orari e sede dell’evento:
– venerdì 30/11, dalle ore 9 alle ore 19.45
– sabato 1/12, dalle ore 9 alle ore 12.45
– Hotel Regina Palace – Corso Umberto I, 29 – Stresa (VB)

Promotore e provider ECM:
AMD – viale delle Milizie, 96 – 00192 Roma
Tel. 06.7000599 – fax 06.7000499
Email: segreteria@aemmedi.it

Segreteria organizzativa:
FMR
Cell. 349.0725955
Email: mroncaglia@fmrweb.it

Scarica il programma

Scarica la scheda di iscrizione


Congressi svolti

16 giugno 2018 – Pollenzo, Bra (CN)

CITIUS, ALTIUS, FORTIUS – CIBO E SPORT

Orari e sede dell’evento:
– sabato 16/06, dalle ore 9.15 alle ore 17.15
– Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, Aula Magna – Via Amedeo Savoia 8 – Pollenzo

Promotori: AMD Piemonte / Valle d’Aosta, Slow Food, Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, OSDI

Segreteria organizzativa:
e-belf
Corso Regina Margherita 89 – 10124
Torino Tel. 011.884376 – Fax. 011.8110026
e-mail: info@e-belf.it

Scarica il programma


26 maggio 2018 – Torino

PROGETTO RADAR: ALLA RICERCA DEI PAZIENTI

Orari e sede dell’evento:
– sabato 26/05, dalle ore 9.30 alle ore 17
– Turin Palace Hotel – via Sacchi 8, Torino

Promotore e provider ECM:
AMD – viale delle Milizie, 96 – 00192 Roma
Tel. 06.7000599 – fax 06.7000499
Email: segreteria@aemmedi.it

Segreteria organizzativa:
Delos Communication
p.co Comola Ricci, 98 – 80122 Napoli
Tel. 0817142129 – fax 0817141472
Email: info@deloscommunication.it

Crediti ECM: 7,8

Scarica il programma


20 aprile 2018 – Torino

PROGETTO INTENDI 2

Orari e sede dell’evento:
– venerdì 20 aprile: dalle ore 9 alle ore 16.30
– Turin Palace Hotel – via Sacchi, 8 – 10128 Torino

Promotore e provider ECM:
AMD – viale delle Milizie, 96 – 00192 Roma
Tel. 067000599 – fax 067000499
Email: segreteria@aemmedi.it

Segreteria organizzativa:
Delos Communication
p.co Comola Ricci 98 – 80122 Napoli
Tel. 0817142129 – fax 0817141472
Email: info@deloscommunication.it

Crediti ECM: 6

Scarica il programma


17-18 novembre 2017 – Torino

SINERGIE PER L’INNOVAZIONE. LA RETE E LE RISORSE: LA NUOVA SFIDA
II Congresso congiunto: AMD-SID Piemonte e Valle d’Aosta

Orari e sede dell’evento:
– venerdì 17 novembre: dalle ore 9 alle ore 18,30 – sabato 18 novembre: dalle ore 8.30 alle ore 13.30
– NH Hotel Centro – C.so Vittorio Emanuele 104 – Torino

Promotore: AMD

Segreteria organizzativa:
FMR srl
Via C. Cattaneo 106 – 41126 Modena
Tel. 059.350201 – Fax 059.2922506
Cell. 349.0725955
Email: mroncaglia@fmrweb.it

Crediti ECM: 5,6

Scarica il programma preliminare

Scarica la scheda di iscrizione

Leggi e delibere regionali


TECNOLOGIE (Glucometri, Sensori/Microinfusori, Telemedicina)

PERCORSI ASSISTENZIALI (PDTA, DM gestazionale, Gestione integrata/Rete)

NORME PRESCRITTIVE (Prescrizioni terapeutiche, Presidi e protesica)

DIALOGO CON LE ISTITUZIONI (Tavoli tecnici, Commissioni regionali)

FORMAZIONE (Campi scuola, Educazione terapeutica strutturata)

VARIE

2-3 dicembre 2016
Torino

I Congresso Congiunto AMD-SID Piemonte / Valle d’Aosta
SINERGIE PER L’INNOVAZIONE “SE CI METTIAMO INSIEME CI SARÀ UN PERCHÉ”

TECNOLOGIE SANITARIELa terapia diabetologica: una grande orchestra da dirigere

Le innovazioni tecnologiche

SINERGIE PER L’INNOVAZIONEDiabetologia… Il “Regno non unito” della sanità italiana

Diabetologia… l’appropriatezza della cura

Laboratorio… trial clinici… real life…
G. Gruden

Tavola rotonda: Dialogo con le istituzioni
Rete Diabetologia ed Endocrinologia ospedale e territorio: regole e funzionamenti (open issues)

Laboratorio diabetologico “giovani”

Comunicazioni Il diabete verso la rete

Scarica il programma

2 dicembre 2016
Torino

SIMPOSIO INTERPROFESSIONALE
TECNOLOGIE PER LA GESTIONE DELLA RELAZIONE: PAZIENTE – MALATTIA – TEAM DIABETOLOGICO

CARATTERISTICHE E SIGNIFICATO DELLA GLICEMIA

TERAPIA EDUCAZIONALE DEL PAZIENTE DIABETICO

Programma

18 giugno 2016
Bra (CN) – Località Pollenzo
Aula Magna
Università degli Studi di Scienze
Gastronomiche Slow Food
Università degli Studi di Scienze
Gastronomiche AMD OSDI

APERTIS VERBIS A CHIARE LETTERE, LA LEGALITÀ

  • Analisi critica delle linee guida americane sull’alimentazione: tendenze e orientamenti (M. Comoglio – L. Monge) | Scarica la presentazione
  • La gastronomia tra norme e diritto al piacere (C. Scaffidi)
  • Legittimità e chiarezza del cibo nell’educazione terapeutica (M. Ravera)
  • Pranzo didattico – Le tavole accademiche, UNISG
  • Il buono, il brutto e l’obeso (R. Fornengo)  Tavola rotonda: Produrre legalità vuol dire tutelare il bene della terra e della Salute

Programma

27-28 novembre 2015
Pollenzo, Bra (CN)
Albergo dell’Agenzia
AMD Piemonte Valle d’Aosta

IL VALORE DELLA DIVERSITÀ
28° Congresso regionale Piemonte e Valle d’Aosta

Venerdì 27 novembre 2015
Simposio satellite

  • Tema. Educazione Terapeutica, la difficoltà del “cambiamento-adattamento” ( Relatore: E. Fraticelli Moderatore: G. Careddu
  • Tema. Biomedico: “L’evoluzione dell’alimentazione umana e sue ricadute metaboliche” Relatore: F. Gregorio Moderatore: M. Tagliabue
  • Tema. La diversità e peculiarità del ruolo del diabetologo di fronte alla complessità Relatore: N. Musacchio Moderatore: A. Ozzello
  • Dialogo. “Da una alimentazione sana per noi e per il Pianeta: uno sguardo al futuro” Conduttore: S. Barbero
  • Laboratorio Diabetologico Regionale
  • Report del Convegno: “La Colombara 2015” Relatori: M. Comoglio, V. Magliano

Sabato 28 novembre 2015
Simposio La diversità
Moderatori: M.C. Ponziani, L. Richiardi

  • Terapia farmacologica e differenze “di genere” (V. Manicardi)
  • Diversità all’interno di una stessa classe farmacologica: Le gliptine; Gli analoghi del GLP1 e le glifozine (P. Fornengo)
  • Diversità nell’ambito degli ipolipemizzanti (E. Repetti)
  • Biosimilari e Bioequivalenti (A. De Micheli)
  • Tavola Rotonda. Aggiornamento sul “Tavolo Metropolitano” ed il nuovo assetto dell’assistenza diabetologia piemontese Coordinano: L. Monge, C. Giorda

Programma

6-8 marzo 2015
Torre Pellice (TO)
AMD Piemonte e Val d’Aosta

Fondation recherche et formation
pour l’einsegnement du malade

L’EDUCAZIONE TERAPEUTICA STRUTTURATA (MODULO BASE PARTE I)

Venerdì 6

  • Apertura del Corso. Filmato di J.P. Assal su: Educazione/Informazione (S. Ciaccio, L. Richiardi)
  • Dalla medicina acuta alla medicina della cronicità, dal modello biomedico al modello biopsicosociale (lavoro di gruppo)
  • Dalla medicina acuta alla medicina della cronicità, dal modello biomedico al modello biopsicosociale (G. Careddu, L. Richiardi)
  • Pedagogia: pedagogia attiva per adulti, educazione singola e di gruppo (lavoro di gruppo)
  • La Group Care come modello di cura educativa e assistenza diabetologia (M. Trento)

Sabato 7
Aspetti psicologici della malattia cronica (lavoro di gruppo)

  • Accettazione della Malattia, Motivazione alla cura (S. Ciaccio)
  • Lavorare in Team (lavoro di gruppo)
  • Il Team, il Gruppo, il Gruppo di Lavoro, la rete (L. Gentile)
  • Le Mappe di Conversazione (lavoro di gruppo)
  • Le Mappe nella Pratica Quotidiana (N. Visalli)
  • Il Teatro del Vissuto (Proiezione)
  • Un approccio educativo, esso stesso “Terapia” nell’accompagnamento della Malattia Cronica (S. Ciaccio, L. Richiardi)

Domenica 8

  • Educazione Terapeutica Strutturata (lavoro di gruppo)
  • L’Educazione Strutturata nella Pratica Quotidiana (L. Richiardi)
  • La Valutazione (Lavoro di gruppo)
  • Valutare “Cosa, Come, Quando” (G. Careddu)

Programma